1
OGGI: 27/05/2020 12:03:39 RETECAPRI TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRINEWS FIERACITTA'
1
cs
CANALE 74
DEL DIGITALE TERRESTRE
Capri Watch Fashion Accessories
  CALCIO Napoli Lega Pro
  ALTRI SPORT Motori Basket Tennis Nuoto Ciclismo Altri

facebook

contatti
RUBRICA: Calcio-Napoli
CONDIVIDI LA NOTIZIA

Il Napoli ha problemi in attacco, non è fortuna o sfortuna quanto forse di condizione e tattica
4
03/10/2019 - L'occasione sprecata è di quelle gigantesche. Il Napoli non porta via il bottino pieno da Genk e fallisce l'opportunità di avvicinare sensibilmente il passaggio agli ottavi, andando a vanificare a conti fatti l'impresa fatta con il Liverpool. Del resto, se si continua a litigare col gol è difficile uscire vittoriosi da qualsiasi trasferta di Champions. La squadra di Carlo Ancelotti non va oltre un brutto 0-0 che, da un lato conferma i progressi difensivi, con soltanto 3 gol subiti nelle ultime 6 sfide - di cui uno su rigore e uno su angolo - ma dall'altro certifica i problemi di realizzazione con almeno altre quattro palle gol non capitalizzate che fanno tornare in mente l'incredibile ko col Cagliari e la gara non chiusa col Brescia. Schierato titolare, Arek Milik conferma di essere lontanissimo dalla migliore condizione ed ha le maggiori responsabilità per lo scarso cinismo. Per il polacco un colpo di testa comodo sulla traversa ed un altro ancora più agevole addirittura alto, anche se probabilmente l'errore peggiore è di Callejon con un destro comodo da due passi mandato fuori nella ripresa. Non convince neanche Lozano, allargato poi sull'esterno con risultati sicuramente migliori. Tardivo l'ingresso di Mertens, e successivamente quello di Llorente, col Genk ormai quasi tutto a protezione dopo aver speso tantissimo nella prima ora di gioco. Fa discutere, invece, l'esclusione di Insigne ("non l'ho visto brillantissimo in allenamento, ma sarà pronto per la prossima partita", le parole di Ancelotti nel post-partita) con Younes preferito nella panchina corta di Champions, ma neanche subentrato a causa dell'infortunio di Mario Rui che priva il tecnico di un cambio offensivo. Da Torino, con ogni probabilità, si ripartirà da Mertens e Llorente, con il capitano Insigne sull'out mancino, per provare ad alzare almeno a livelli accettabili la percentuale realizzativa. Come l'anno scorso, il Napoli resta una squadra che crea tantissimo (seconda in Europa con 21,3 tiri tentati, dietro solo al City), ma che nonostante il miglior attacco del campionato e la vocazione offensiva non riesce a distribuire in modo uniforme le reti e ad avere continuità realizzativa.
 




Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 


Notizie correlate
1 - La verità su Allan

1 - "Orsolini al Napoli? Non se ne fa nulla"

1 - Milik: ora tocca al Milan

1 - Gattuso e la questione partenti

1 - Boga, la speranza di riuscire a trattare col Sassuolo

1 - Koulibaly, il PSG è presente, ma le richieste piovono dalla Premier League

1 - Fabian e Llorente già recuperati

1 - Farsa Osimhen, seconda parte?

1 - Il Napoli e i numeri:"segue solo" 5 attaccanti e 6 difensori

1 - Addio di Allan e la ricerca a centrocampo

1 - Allan: nessuna clausola, ma un valore di 50 milioni per il cartellino del brasiliano

1 - Veretout pronto per rimpiazzare Allan

1 - Tre vie d'uscita per Milik

1 - Il Napoli vorrebbe prolungare contratto a Meret

1 - Callejòn ad un passo dalla Spagna

1 - Everton: ci sarebbe l'offerta del Napoli, ma ci sono ancora forti dubbi

1 - Rispunta il nome di Rashica

1 - Milik ed il pericolo zero

1 - Allan, si avvicina la sua partenza

1 - Koulibaly sempre più lontano, si avvicina anche il Newcastle United


 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1