1
OGGI: 17/10/2018 07:13:21 RETECAPRI TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRINEWS FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
Capri Watch, Tennis
  CALCIO Napoli Lega Pro
  ALTRI SPORT Motori Basket Tennis Nuoto Ciclismo Altri

facebook

contatti
RUBRICA: Calcio-SerieA
CONDIVIDI LA NOTIZIA

Mercato: Milan, Kalinic verso l'Atletico
4
08/08/2018 - Il 2-2 di Leonardo. Da quando, meno di due settimane, il brasiliano è direttore generale dell'area tecnico-sportiva, ci sono state 2 operazioni in entrata e 2 in uscita nel nuovo Milan griffato Elliott. Gli arrivi di Higuain e Caldara hanno infiammato prima piazza della Repubblica e poi piazza Duomo, senza alterare quello che il presidente rossonero Scaroni ha definito lo scorso 26 luglio "il faro puntato" dell'Uefa sul Club rossonero. Il prestito oneroso del Pipita Higuain viene di fatto finanziato dai ricavi della partenza di Nikola Kalinic verso Madrid, sponda Atletico: visite mediche superate e ufficialità in dirittura. Ma anche dalla cessione temporanea e onerosa del difensore paraguayano Gustavo Gomez divenuto un centrale del Verdao brasiliano, il Palmeiras. Sull'altro fronte, tenendo conto del fatto che il Milan continuerà a corrispondere alla Juventus le rate dovute per Leonardo Bonucci nell'ambito dell'operazione di mercato dell'estate 2017 già finita a suo tempo sotto la lente di ingrandimento dell'Uefa, si può considerare che, fatti salvi gli impegni sul fronte dell'ex capitano rossonero, in buona sostanza Mattia Caldara arrivi a costo zero.

Il Fair Play Finanziario è in ogni caso costantemente in primo piano nelle dichiarazioni dei vertici rossoneri, al punto che ne hanno parlato più volte in sede istituzionale il presidente Scaroni e lo stesso Leonardo, ma vi ha fatto riferimento anche Paolo Maldini all'atto del suo insediamento da direttore sviluppo strategico. Contemperare, è la parola d'ordine in questo senso dalle parti di Casa Milan. Da coniugare sia in entrata che in uscita, con un occhio alle plusvalenze (che il Milan realizza grazie all'ingaggio di Kalinic a questo punto a carico dei colchoneros) che sono sempre ben accette per i Club alle prese con pendenze UEFA. Nell'ottica di un rafforzamento dell'organico, la ricerca del centrocampista sembra aver preso più piede rispetto a quella dell'esterno d'attacco. Sul brasiliano Bernard, in uscita dallo Shakhtar Donetsk a parametro zero, la presa di Leonardo non è mai sembrata davvero salda e convinta, sul punto di chiudere. Ecco perché l'inserimento dell'Everton, ecco perché i tanti giorni trascorsi senza altri contatti dopo la visita degli agenti del brasiliano a Casa Milan. A centrocampo, Adrien Rabiot è mercato a vista dal Paris Sain Germain nonostante i buoni uffici di Leo, il croato Mateo Kovacic appare in orbita Chelsea mentre Milinkovic-Savic è in una sola e unica parola irraggiungibile.

Tocca a Leonardo e Maldini valutare i profili di alcuni giovani italiani come Daniele Baselli (Torino) e Lorenzo Pellegrini (Roma, dichiarato però incedibile dal Club giallorosso e non scambiabile con Suso, a sua volta incedibile lato Milan), oppure scandagliare piste più esotiche come quelle rappresentate dal 22enne maliano Diadie Samassekou (Salisburgo) e dal 23enne ivoriano Tiemoue Bakayoko (Chelsea). Appare tutt'ora priva di riscontri l'ipotesi di un Milan con il monitor acceso su Julian Draxler, 24enne tedesco di Gladbeck, passato dal Wolfsburg al Paris Saint Germain nell'estate del 2017. Una di queste piste o anche altre potrebbero essere incoraggiate dal mercato in uscita, mai scollegato dal resto dello scenario rossonero. Il mondo degli agenti e dei mediatori ha fatto trapelare diversi interessamenti nei confronti di giocatori del Milan: da parte di PSG e Arsenal per Ricardo Rodriguez, del Siviglia per Andrè Silva, del Chelsea per Pepe Reina e del Cagliari per Cristian Zapata. Ma in nessuno di questi casi, esattamente come accaduto per l'invito recapitato via... Instagram da Perotti a Suso a raggiungerlo alla Roma, si può nemmeno lontanamente parlare dell'esistenza di una trattativa.

Mancano 10 giorni alla fine del mercato e per due campioni abituati alla zona Cesarini come Leonardo e Maldini, si tratta di passare alla fase più intensa e operativa del loro inizio di mandato. L'obiettivo? Accontentare il più possibile Rino Gattuso, l'allenatore rossonero rientrato dalla tournèe Usa e rinfrancato dalla cena organizzata nel suo locale di Gallarate (Varese, a pochi chilometri da Milanello) con ospiti di assoluto riguardo: Gordon Singer e Paolo Scaroni espressioni della proprietà, Leonardo e Maldini nuovi prestigiosi volti del management sportivo milanista.

Lapresse


 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 


Notizie correlate
1 - DIRITTI TV, IMG IN PERDITA: SERIE A NON SFONDA ALL'ESTERO

1 - TECNOLOGIA IN CAMPO, COLLINA BOCCIA VAR A CHIAMATA: "IL CALCIO NON È IL BASKET"

1 - CASO RONALDO, COSA RISCHIA CR7

1 - CASSANO LASCIA DEFINITIVAMENTE IL CALCIO: ADDIO A FANTANTONIO E ALLE CASSANATE

1 - RESPINTO RICORSO JUVE, TURNI TRIBUNA CHIUSA DIVENTANO DUE

1 - BURDISSO LASCIA, FATTO TUTTO QUELLO CHE SOGNAVO

1 - "IL REAL SPINSE RONALDO A PAGARE MAYORGA"

1 - SERIE A: VENTURA RIPARTE DAL CHIEVO

1 - SERIE A, SALTANO LE PRIME DUE PANCHINE

1 - INTER, SPALLETTI: "CON LA SPAL IN CAMPO COME IN CHAMPIONS"

1 - SERIE A, ICARDI TRASCINA L'INTER: SPAL SCONFITTA 2-1

1 - SERIE A: L'ATALANTA PERDE IN CASA CONTRO LA SAMPDORIA E CONTINUA IL SUO MOMENTO DI CRISI

1 - SERIE A, LA LAZIO SI RISOLLEVA: IMMOBILE STENDE LA FIORENTINA

1 - SERIE A, HIGUAIN-BONAVENTURA: IL MILAN VINCE 3-1 A SAN SIRO

1 - SERIE A, PIATEK NON BASTA AL GENOA: IL PARMA VINCE 3-1 IN RIMONTA

1 - SERIE A. VINCONO MILAN, LAZIO E SAMPDORIA

1 - LAZIO, IMMOBILE: "ABBIAMO REAGITO BENE ALLE ULTIME DIFFICOLTÀ"

1 - GATTUSO: "LE PRESTAZIONI NON SONO CAMBIATE, MA ORA SEGNIAMO"

1 - INZAGHI: "LASCIAMOCI ALLE SPALLE LE SCONFITTE E RIPARTIAMO"

1 - FIORENTINA, PIOLI: "TROVEREMO UNA SQUADRA DETERMINATA E CATTIVA"


 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1