1
OGGI: 25/04/2018 22:17:40 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Motori
Bookmark and Share Condividi la notizia
MOTOGP: VINCE CRUTCHLOW, MARQUEZ PENALIZZATO, ROSSI FURIOSO
4 09/04/2018 - Cal Crutchlow vince un incredibile Gran Premio d'Argentina dove è successo di tutto e che ha avuto come grande protagonista in negativo Marc Marquez che, per la foga di recuperare dalla 19a posizione dopo il "right through" pagato per aver spinto in griglia la sua Honda Hrc che si era spinta, ha effettuato dei sorpassi al limiti, pagando quello ai danni di Valentino Rossi nei giri finali, con 30" di penalità che lo spingono fuori dalla zona punti. Il "cabroncito" prova a chiedere scusa al "Dottore" recandosi al suo box, ma viene mandato via. Dietro al vincitore chiude Johann Zarco che fino all'ultimo ha provato ad attaccare il britannico della Honda LCR. Terzo posto per un ottimo Alex Rins con la Suzuki; quindi fuori dal podio il poleman Jack Miller con la cus Ducati Pramac. Quinto posto per Maverick Vinales a 14". Andrea Dovizioso limita i danni con il sesto posto ma ad aoltre 22 secondi dal vincitore. Settimo è Tito Rabat con la Ducati del team Avintia; quindi Andrea Iannone con l'altra Suzuki, il malese Hafizh Syahrin con l'altra Yamaha Tech 3 è nono, mentre Danilo Petrucci con l'altra Ducati Pramac chiude la Top10. In classifica generale Crutchlow è il nuovo leader con 38 punti, con Dovizioso che insegue a tre lunghezze.

Accade di tutto in questa gara argentina della classe regina. Jack Miller, si schiera in pole position montando le gomme slick sulla sua Ducati Pramac. Tutti gli altri piloti che avevamo le rain decidono di lasciare la griglia per tornare ai box e cambiare moto, usando anche loro i pneumatici da asciutto. Questo costringe la direzione gara a posticipare la partenza con la decisione di lasciare l'australiano sulla prima piazzola, mentre tutti gli altri si schiereranno nelle proprie posizioni, ma in fondo alla griglia per dare un minimo vantaggio a "Jackass". Ma accade ancora qualcosa. Dopo il giro di allineamento di si spegne il motore della Honda Hrc di Marquez che la riavvia e poi torna a schierarsi sulla griglia. Ovviamente Miller parte davanti a tutti, ma il campione del mondo si riporta subito in seconda posizione, mentre Zarco stacca molto lungo e spinge su una chiazza d'acqua Pedrosa che vola fuori pista. Marquez intanto si porta al comando seguito da Miller, Rins, Zarco, Crutchlow, Rabat, Dovizioso, Rossi, Iannone e Smith a chiudere la Top10. Intanto la manovra di partenza di Marquez è sotto investigazione. E intanto viene sventolata la bandiera bianca che gli consente di tornare ai box e cambiare la moto. Arriva la penalizzazione per Marc Marquez con un "right through", il passaggio a velocita' lenta dalla pit lane. Il campione del mondo rientra in diciannovesima posizione.

Al comando della gara c'è ora Miller davanti a Rins e Zarco. La foga di recuperare di Marquez lo porta a rischiare di cadere nel sorpasso all'Aprilia di Espargarò. Manovra che viene sanzionata dai commissari che gli impongono di cedere nuovamente la posizione. A 12 giri dalla fine Rins attacca Miller che però mantiene la prima posizione. Dietro ai due Zarco e Crutchlow. Dietro di loro le due Movistar Yamaha di Vinales e Rossi passano la Ducati di Dovizioso. Rabat è ottavo ed ha alle spalle Marquez che continua la sua rimonta. A otto giri dalla fine è ottavo alle spalle del suo rivale nella lotta al titolo che poi supera. Davanti Crutchlow e Zarco passano Rins, scivolato in quarta posizione. Due giri dopo Miller mette le gomme sul bagnato e deve chiudere il gas cedendo la prima posizione, scalando in quarta, con Crutchlow nuovo leader davanti a Zarco e Rins. Il francese della Yamaha Tech 3 si porta davanti a tutti; mentre Marquez si infila con troppa foga su Rossi, buttandolo per terra. Una manovra inspiegabile che lo fa mettere per la seconda volta sotto investigazione; mentre il "Dottore" riprende dalla 19a posizione. Intanto i tre che si giocano la vittoria si scambiano le posizioni con Crutchlow che ripassa Zarco mentre Rins sempre attendere. Il francese della Monster Yamaha ci prova a prendersi la vittoria, ma questa è per Crutchlow, con Rins sul terzo gradino del podio. Marc Marquez chiude il suo Gran premio da dimenticare con un'altra penalità che vanifica la sua troppo irruenta rimonta, chiudendo diciottesimo, proprio davanti a Rossi.

"Ho paura di stare in pista con Marc Marquez. Non mi sento tutelato dalla direzione corsa. Mi è venuto addosso a posta, con una velocità superiore di 20 chilometri". Questo in sintesi il Valentino Rossi pensiero dopo che il pilota spagnolo della Honda Hrc lo ha buttato fuori pista nel finale del Gran Premio d'Argentina. "Fortunatamente sto bene e non mi sono fatto niente" attacca il "Dottore" incontrando i media. "E' una situazione molto pericolosa. La direzione gara, qualcuno deve fare qualcosa. C'è da farsi male perchè non ha nessun tipo di rispetto per gli avversari: è andato contro quattro-cinque avversari diversi. Ti punta la gamba in pieno perchè sa che se ti prende tra la gamba e la moto sa che non cade ma cadi tu" afferma il nove volte campione del mondo. "Se accade una volta può capitare, ma il problema è che è recidivo. Corre con tutti nella stessa maniera" aggiunge. "Quest'anno alla prima curva in Qatar alla prima curva ha preso la gamba di Zarco e poi va contro Dovizioso. Poi se guardiamo questo weekend già da venerdì ha tagliato la strada a Vinales che se non si rialza cade. Lo ha fatto con me durante le prove di sabato e poi con Dovizioso" elenca Valentino. "Poi oggi in gara, le regole parlano chiaro se ti si spegne la moto durante la partenza vai fuori dalla corsa. Invece lui non ha cagato nessuno, ha riacceso la moto ed è venuto contromano mentre tutti noi aspettavamo. In quel momento lui era già fuori dalla gara. Perchè se le regole dicono che non puoi partire, se le regole sono uguali per tutti, perchè non devono esserlo anche per lui. Questo è il problema. Poi è andato a sbattere contro Espargarò, poi contro Rabat e contro di me e mi ha buttato per terra e poi penso che abbia fatto la stessa cosa con Vinales" analizza. "E' pericolo? Ho paura di stare in pista con Marquez. Non mi sento tutelato dalla direzione gara, perchè lui fa quello che gli pare con tutti. Lo fa apposta di venirti addosso. E' entrato in curva venti chilometri più forte e mi ha preso tra la moto e la gamba. Non ha rispetto per gli avversari ed alza il livello della competizione che è pericoloso per tutti e a me mi tratta ancora peggio, come è successo nel 2015 che mi ha fatto perdere il mondiale apposta. Io l'ho detto e ridetto, non può sucecdere che sbatte contro sei piloti in un weekend. Se accade una volta può starci, è accaduto anche a me, ma lui lo fa apposta. Non devono farlo più continuare così o accadrà che anche gli altri alzano il livello di aggressività e dopo 5 gare metà della griglia comincia a buttarsi per terra" conferma Rossi che conferma di non accettare le scuse dello spagnolo della Honda Hrc. "Ti viene a chiedere scusa ma non è sincero, perchè la volta dopo lo fa uguale e dopo tante volte che capita le scuse non le accetto. Spero che lui stia lontano da me e non mi guardi in faccia. Che abbia un pizzico di rispetto e non mi venga a prendere per il culo" dice un Rossi molto arrabbiato. "La direzione gara deve fare in mdo che non vada a sbattere contro tutti o diventa pericoloso. Io non mi sento protetto perchè lui fa quello che vuole".

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
24/04/2018 - MOTOGP, ROSSI: LORENZO DEVE CREDERE IN SE STESSO

24/04/2018 - MOTOGP, AMERICHE; ROSSI: UN PO' DELUSO, SPERAVO DI LOTTARE PER PODIO

23/04/2018 - SUPERBIKE, SYKES PRECEDE REA IN GARA 2 AD ASSEN

23/04/2018 - MOTOGP: MARQUEZ SUONA LA SESTA, MA DOVIZIOSO TORNA LEADER

23/04/2018 - GP AMERICHE: VITTORIA BAGNAIA IN MOTO2

20/04/2018 - MOTOGP: MARQUEZ SENZA RANCORE MA ROSSI NON PERDONA

19/04/2018 - MOTOGP: ROSSI CERCA RISCATTO "CON FIDUCIA AD AUSTIN"

19/04/2018 - MOTOGP USA, MARQUEZ E ROSSI VERSO PROSSIMO ROUND

18/04/2018 - BARRICHELLO RIVELA: "HO SCONFITTO TUMORE AL COLLO, SONO STATO FORTUNATO"

18/04/2018 - F1, NOVITÀ NEL 2019: PIÙ CARBURANTE E OBBLIGO GUANTI BIOMETRICI PER PILOTI

16/04/2018 - F1: RICCIARDO VINCE GP CINA, RAIKKONEN SUL PODIO

16/04/2018 - SBK: GARA 2 ARAGON A DAVIES DAVANTI A REA E MELANDRI

16/04/2018 - FORMULA E, BIRD RE DI ROMA

16/04/2018 - GP CINA, RICCIARDO: “NON RIESCO A VINCERE GARE NOIOSE”

16/04/2018 - GP CINA, VETTEL NON POLEMIZZA: “IN GARA PUÒ ACCADERE”

16/04/2018 - GP CINA, VERSTAPPEN: “MI SONO SCUSATO CON VETTEL”

14/04/2018 - F1: POLE POSTION VETTEL IN CINA E PRIMA FILA TUTTA ROSSA

14/04/2018 - FORMULA E, BIRD: "ROMA PISTA IMPEGNATIVA"

14/04/2018 - F1, MARCHIONNE: FERRARI VIA SE SPETTACOLO BATTE SPORT

14/04/2018 - SBK: REA VINCE AD ARAGON, MELANDRI GIÙ DAL PODIO

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1