1
OGGI: 22/02/2018 09:47:51 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Sport-Invernali
Bookmark and Share Condividi la notizia
INNERHOFER "NIENTE DA PERDERE, CONTA PODIO"
4 12/02/2018 - "Non vedo l'ora di gareggiare, è il momento più importante ogni quattro anni, quando sei lì dipende da quanto coraggio e da quanto voglia di rischiare hai. Il mio obiettivo è andare a tutta, in queste gare non c'è niente da perdere. O fai podio o no, hai solo un obiettivo che è quello di rischiare. Se arrivi quinto è bello, ma non serve a niente". Deciso, convinto, diretto come sempre, Christof Innerhofer si presenta a Casa Italia dopo l'annullamento della discesa e si mostra sereno, senza tensione alcuna. "Dopo la notizia dell'annullamento, la tensione è calata ed è giusto così perchè si risparmiano energie. Oggi è diventata una giornata di riposo, domani faremo allenamento e poi finalmente si parte".

La discesa, a causa del forte vento, è stata spostata a giovedì, il SuperG a venerdì, ma il giudizio sulla gara che si sarebbe dovuta disputare oggi rimane. "Confermo che si tratta di una discesa diversa come tutte ed ognuna ha le proprie caratteristiche. Quest'anno la discesa è diversa da quella di due anni fa perchè è leggermente più veloce e questo favorisce la mia sciata. Non mi dispiace, le pendenze sono quelle che sono però nelle prove sono riuscito a difendermi bene. Il vento? Non è un pericolo, i salti sono lunghissimi e non ci creano problemi" assicura il 33enne di Brunico, appartenente alle Fiamme Gialle, argento in discesa e bronzo nella supercombinata alle ultime Olimpiadi di Sochi.

Il vento, a suo giudizio, non è un problema. "Il vento non è un pericolo, i salti non sono lunghissimi e non ci crea problemi. I favoriti? Sono Jansrud e Feuz, loro due sono certamente i più competitivi, poi ci sono altri dieci che possono giocarsi il podio. E' una gara secca, che si disputa ogni quattro anni e sappiamo che può accadere di tutto. Ricordo benissimo che prima di Sochi uno come Svindal aveva fatto solo podi soprattutto in SuperG, ma poi proprio in quella gara olimpica non si piazzò sul podio. Possono quindi arrivare conferme dei risultati del passato ma anche no. Io sono tranquillo, a gennaio non ho fatto bene una gara dove pensavo di poter dire la mia, qui su questa pista completamente diversa come caratteristiche mi sono detto 'se non sono riuscito in quelle difficili adatte a me, chissà cosa succede qui' racconta lo sciatore azzurro".

Adesso è importante anche tenere alta la tensione e la testa. "Di testa sto bene, non ho problemi, so come affrontare questi momenti, stamattina la tensione era già alta, ma ho cercato di distrarmi prima di sapere dell'annullamento, perchè la gara comincia quando metti i bastoni fuori dal cancelletto, tutto quello che fai prima sono solo energie perse" ha detto lo sciatore azzurro, che si troverà adesso a dover fronteggiare una gara dopo l'altra. Ma niente paura. "Questo a me piace perchè così tieni alta la tensione ed hai poco tempo per pensare".

"Sara' una gara dove conta la sciata non il vento". Dominik Paris si prepara alla discesa, oggi annullata e rinviata, tempo permettendo, a giovedi'. "La pista e' bella, sicuramente non e' facile fare bene tutto perche' non ci sono punti chiave dove si puo' fare la differenza. Si deve rischiare di piu', dalla partenza fino al traguardo deve essere tutto giusto, quello che devi fare e' portare sempre la velocita'" ha detto lo sciatore azzurro ospite di Casa Italia. "Fare due gare ravvicinare cambia non di tanto, siamo ben abituati a fare due gare in due giorni". Nei giorni scorsi, nelle prove ha fatto bene a dimostrazione che si sta prendendo confidenza con la pista. "Ho provato a leggerla, a capire bene le linee. Nella terza prova sono riuscito a fare abbastanza bene ma ci vuole qualcosa in piu' e spero di tirarlo fuori al momento giusto. In questa competizione contano solo i primi tre, per quello si rischia di tutto. Ma si deve anche sempre essere precisi e non andare oltre il limite. Per noi e' facile perche' facciamo sempre il confronto con Kitzbuehel, Wengen o Bormio, per quello e' facile. Non ci sono punti chiave, il punto qui e' portare la velocita', non perderla e fare sempre bene e pulito tutto. E' una gara secca, si deve rischiare per forza".

"Era impossibile fare la gara oggi, infatti non è andata su nemmeno la cabinovia, era l'unica decisione da prendere. Peccato perché abbiamo perso un po' il nostro programma, ora tutto è più ravvicinato, ma la decisione era più che giusta". Peter Fill non recrimina per la gara annullata oggi a Pyeongchang. Nei giorni scorsi grazie alle prove era stato possibile prendere visione e provare la pista. "Con tre prove capisci cosa devi e non devi fare, adesso spero di avere tutto bene in mente, so i passaggi e le linee che devo fare e spero di essere veloce. Programma ravvicinato? Sicuramente non è la cosa ottimale, ma l'importante è che possiamo fare le nostre gare, il giorno di pausa dopo la combinata ci vorrà, soprattutto per me, perché quest'anno soffro un po' di mal di schiena. Poi ci sarà la discesa e subito dopo il SuperG. Vediamo, sicuramente sarebbe stato meglio con un po' di intervallo in mezzo, ma la prendiamo così. Non è facile vivere questi ritardi e cambiamenti. Bisogna stare sereni e tranquilli, e comunque dare il massimo quando conta, ma ho un po' di esperienza" le parole dell'altoatesino. "In queste tre prove abbiamo raccolto un po' di esperienza, ora abbiamo tempo per studiare il video e capire ancora meglio quello che bisogna fare su questa pista". Alla gara olimpica, d'altra parte, conta arrivare nei primi tre posti. "So che alla fine conta solo arrivare nei primi tre, però oggettivamente è difficile, bisogna avere tanta fortuna, soprattutto qui, perché se prendi un po' di vento è difficile arrivare in cima, vediamo. Non è una pista difficilissima, ma è difficile andare veloce".

Il vento potrebbe rappresentare la vera incognita. "Penso di sì, da quando siamo qui c'è sempre un po' di vento, quelli che sono andati forte hanno avuto spesso un po' di vento a favore, altri che andavano forte comunque avevano il vento contro e non erano velocissimi. Ci vuole anche un po' di fortuna se vuoi vincere. E' l'evento più importante della stagione, e le Olimpiadi ci sono ogni quattro anni, quindi cerchi di dare il massimo. Io sicuramente darò tantissimo, però sei oggettivamente anche un po' emozionato quando sei in partenza, sebbene siano le mie quarte Olimpiadi".

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
21/02/2018 - FANTASTICA SOFIA GOGGIA: MEDAGLIA D’ORO NELLA DISCESA LIBERA

21/02/2018 - PYEONGCHANG, VONN, UN BRONZO CHE SA DI PASSAGGIO DI CONSEGNE

21/02/2018 - GIOCHI: MALAGÒ "GOGGIA ORO PESANTE"

21/02/2018 - OLIMPIADI: ARGENTO E BRONZO ITALIA, FONTANA SETTE BELLEZZE

21/02/2018 - OLIMPIADI: KOSTNER SESTA DOPO CORTO "NON E' FINITA"

21/02/2018 - CONFINI BLINDATI MA TRA COREE PACE NO MIRAGGIO

20/02/2018 - PYEONGCHANG 2018, NUOVO CASO DI DOPING. MALE L'ITALIA DEL CURLING, ORO A SHARPE NEL FREESTYLE

20/02/2018 - ULTIMA PROVA PER DISCESA, VONN 'MARCA' GOGGIA

20/02/2018 - FONTANA E LA STAFFETTA "SONO PRONTA"

20/02/2018 - GIOCHI: CURLING, L'ITALIA CHIUDE BENE

20/02/2018 - GIOCHI: LA SODDISFAZIONE DI MALAGÒ

20/02/2018 - PYEONGCHANG 2018, SHORT TRACK: STAFFETTA DONNE: ARGENTO ITALIA DIETRO COREA

19/02/2018 - OMBRA DOPING AI GIOCHI, POSITIVO RUSSO CURLING

19/02/2018 - PYEONGCHANG, ORI MEMORABILI: HIRSCHER, LEDECKA, HANYU, MOIOLI

19/02/2018 - OLIMPIADI: GIGANTE, IMPRESA MANCATA PER TONETTI

19/02/2018 - OLIMPIADI: STAFFETTA AZZURRA FLOP, AUTOCRITICA PELLEGRINO

19/02/2018 - OLIMPIADI: HIRSCHER RE DEL GIGANTE, GLI AZZURRI FATICANO

17/02/2018 - OLIMPIADI: SUPER G, DELUSIONE PER L'ITALIA

17/02/2018 - PRESIDENTE MOON JAE-IN: PROMUOVERE DIALOGO TRA USA E NORD COREA

16/02/2018 - CHI È MICHELA MOIOLI, LA REGINA DELLO SNOWBOARD

16/02/2018 - BRIGNONE È DI BRONZO, RIMPIANTO PER MOELGG

16/02/2018 - PYEONGCHANG: MICHELA MOIOLI ORO NELLO SNOWBOARDCROSS

16/02/2018 - SORELLE DIVISE, RECORD E PRIME VOLTE: LE CURIOSITÀ DI PEYONGCHANG 2018

16/02/2018 - GIOCHI: MAIER VINCE SUPERG, MALE AZZURRI

16/02/2018 - OLIMPIADI INVERNALI: CURLING, ITALIA KO CON DANIMARCA

16/02/2018 - PATTINAGGIO VA SUL PODIO, TUMOLERO BRONZO NEI 10.000

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1