1
OGGI: 21/11/2017 01:25:57 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-SerieC/D
Bookmark and Share Condividi la notizia
Serie C: Fine per il Modena. Il Lecce è +5 su Catania e Monopoli nel gruppo C
4 06/11/2017 - Anche se sono arrivati risultati importanti, il 12esimo turno di serie C sarà ricordato purtroppo per la triste fine del Modena. Il tasto che chiude i 105 anni di storia del club emiliano è stato premuto nel pomeriggio a Santarcangelo di Romagna, dove la squadra gialloblù, come ampiamente previsto, non si è presentata. Si tratta del quarto forfait in queste prime 12 giornate di campionato, dopo quelli casalinghi con Mestre, Albinoleffe e Padova per l’indisponibilità dello stadio Braglia. Lo sciopero proclamato dall’Aic e annunciato dai giocatori, che venti giorni fa hanno messo in mora la società per non aver ricevuto nemmeno uno degli stipendi di questa stagione, ha portato alla quarta mancata presentazione, che da regolamento farà scattare la radiazione del club. Per il resto, il ‘weekend lungo’ che ha aperto il mese di novembre ha visto proprio nel girone B – quello dove erano inseriti i canarini – il Pordenone perdere l’imbattibilità (con un fragoroso 2-4 interno per mano della Triestina), mentre negli altri due gruppi Livorno e Lecce tentano di andare in fuga. E la quattro giorni di sfide si concluderà lunedì sera con il posticipo Carrarese-Alessandria (girone A).

L’agonia del Modena è dunque finita. Già sabato sera il responsabile del settore giovanile Bratomi aveva comunicato l’indisponibilità a far giocare la squadra Berretti a Santarcangelo: una soluzione in extremis per tenere ancora in vita una società ormai senza più speranze, ma che era stata accolta con grave disappunto da Aic e Lega Pro, che avevano parlato di “inaccettabile crumiraggio” rispetto allo sciopero dei giocatori. A questo punto si attende solo il formale annuncio di radiazione della Lega, che arriverà già lunedì o al massimo martedì, visto che è alle porte un turno infrasettimanale e mercoledì il Bassano sarebbe atteso a Modena, in una gara che non si giocherà. Sarebbero serviti subito 500mila euro, circa 330 mila per pagare gli stipendi di luglio e agosto, condizione minima che i giocatori avevano chiesto per ritirare lo sciopero, e 170mila euro per l’affitto dello stadio Braglia al Comune di qui a fine campionato. Nessuno però li ha voluti mettere e così il Modena, che nel 2004 era ancora in A, saluta il calcio dopo 105 anni: se qualcuno vorrà, dovrà creare una nuova società e chiedere di essere ammesso (come capoluogo di provincia) in Eccellenza come due anni fa accadde al Rimini o magari in sovrannumero alla D, come in estate hanno ottenuto Mantova e Como. Il settore giovanile ha ottenuto una deroga per finire la stagione, poi anche i ragazzi delle giovanili saranno tutti liberi.

Nel girone C rischia di finire gambe all’aria nel testacoda la capolista Lecce, che ad Andria si salva al 92’ grazie a Riccardi, che risponde al vantaggio dei locali di Lattanzio. Con questo pari-beffa la Fidelis rimane da sola in fondo alla classifica, mentre i salentini di Fabio Liverani portano a cinque le lunghezze di vantaggio sulle inseguitrici più immediate, ovvero Monopoli, che osservava il proprio turno di riposo, e Catania. Rialzano la testa infatti gli etnei dopo due battute d’arresto consecutive, rifilando quattro sberle al Bisceglie al “Massimino”: una doppietta di Curiale, inframmezzata dalla segnatura di Di Grazia (appena entrato al posto dell’infortunato Blondett) archiviano la pratica per gli uomini di Cristiano Lucarelli già prima dell’intervallo, Jovanovic firma il gol della bandiera dei pugliesi e poi Russotto fissa il risultato.

Incappa invece in uno scivolone casalingo il Siracusa, che era una delle compagini più in forma: una doppietta di Scarpa (il primo centro dagli 11 metri) spiana la strada alla Paganese, che fa tris con Cesaretti e alla formazione di Bianca non bastano Scardina e Magnani per evitare il ko, che costa loro la terza poltrona. Immediatamente alle spalle del duo Monopoli-Catania si porta dunque il Trapani, che con una rete di Silvestri a metà primo tempo fa suo il derby tutto siciliano al “Provinciale” con l’Akragas, sempre più in zona pericolo. Il sesto posto in graduatoria è della Virtus Francavilla, che con identico punteggio piega il Catanzaro di Dionigi (decide Maccarrone) e scavalca in un colpo solo tre compagini. Finisce 1-1 infatti il confronto diretto fra Matera e Juve Stabia, con i locali di Gaetano Auteri che solo in pieno recupero evitano la sconfitta interna con Scognamillo a replicare alla marcatura di Viola per le Vespe. Parità, ma senza reti, anche in Casertana-Reggina (i calabresi di Maurizi confermano la loro solidità). Risale la china intanto il Rende neopromosso prevalendo sulla Sicula Leonzio grazie a un gol di Laaribi.

In un testa a testa già importante per la permanenza in categoria il Cosenza deve accontentarsi del pari interno con il Racing Fondi, che con carattere risponde quasi allo scadere con Nolè all’1-0 dei silani ad opera di Mungo: un pari prezioso per i laziali che evitano così il sorpasso in classifica della formazione di Braglia.

Girone C, 12/a giornata: Casertana-Reggina 0-0, Catania-Bisceglie 4-1, Cosenza-Racing Fondi 1-1, Fidelis Andria-Lecce 1-1, Matera-Juve Stabia 1-1, Rende-Sicula Leonzio 1-0, Siracusa-Paganese 2-3, Trapani-Akragas 1-0, Virtus Francavilla-Catanzaro 1-0. Riposava: Monopoli.

Classifica: Lecce 27 punti; Catania e Monopoli 22; Trapani 21; Siracusa 20; Virtus Francavilla 18; Matera(-1), Reggina e Rende 17; Juve Stabia 16; Bisceglie, Catanzaro* e Sicula Leonzio* 12; Paganese e Racing Fondi 10; Akragas, Casertana e Cosenza 9; Fidelis Andria 8. * = 1 partita in meno

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
20/11/2017 - JUVE STABIA, FURIA CASERTA: “ARBITRO HA FAVORITO IL CATANIA CHE HA VINTO CON SOLO UN TIRO IN PORTA”

20/11/2017 - SERIE C, IL LECCE RIMONTA LA REGGINA IN SOLI 16 MINUTI DA 0-2 A 3-2

19/11/2017 - CALCIO: SOLOFRA-SORRENTO 1-1

14/11/2017 - JUVE STABIA-CATANIA, SI GIOCA SABATO 18 ALLE 14.30

12/11/2017 - SERIE C, LECCE PASSA A SIRACUSA E VA IN FUGA

12/11/2017 - CALCIO: SORRENTO-COSTA D'AMALFI 3-0

12/11/2017 - DUE PALLE INATTIVE CONDANNANO IL SANT'AGNELLO

12/11/2017 - CALCIO: ALFATERNA - SCAFATESE 1-1

11/11/2017 - MODENA, I GIOCATORI ATTACCANO CAPUANO: “CI HA TRADITI, DIGNITÀ SOTTO I PIEDI”

11/11/2017 - SERIE C: TRASFERTE INSIDIOSE PER LIVORNO E LECCE, PORDENONE-PADOVA È IL BIG MATCH

09/11/2017 - SERIE C, AMMENDA AL SIRACUSA: TIFOSI INTONAVANO CORI CONTRO LA CITTÀ DI CATANIA

08/11/2017 - SERIE C: CATANIA SHOW NELLA RIPRESA: CINQUE SCHIAFFI ALLA PAGANESE

08/11/2017 - SERIE C: RISULTATI E CLASSIFICA GIRONE C

07/11/2017 - CALCIO: IL MODENA NON ESISTE PIÙ, RADIATO DOPO 105 ANNI DI STORIA

05/11/2017 - SCAFATESE - GREGORIANA 2-0

05/11/2017 - NOLA-SANT'AGNELLO 0-0

05/11/2017 - TRIS AL PICCIOLA: A SEGNO GUARRO, GARGIULO E MASI

04/11/2017 - GIOCATORI SENZA STIPENDIO DA LUGLIO, MODENA IN SCIOPERO

03/11/2017 - LEGA PRO, GRAVINA E GHIRELLI INCONTRANO IL MODENA

31/10/2017 - SERIE C, MANCOSU STENDE IL COSENZA. IL LECCE VA IN FUGA

31/10/2017 - CALCIO: CONSIGLIO DIRETTIVO LEGA PRO, APPROVATA BOZZA DI BILANCIO

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1