1
OGGI: 16/12/2017 23:31:54 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-Napoli
Bookmark and Share Condividi la notizia
Capuano, Bucchioni, Mandorlini, Zapelloni, Pardo, De Paola, Venerato e Pedullà a Radio Crc
4 11/10/2017 - A Radio Crc è intervenuto Giovanni Capuano, giornalista: “De Laurentiis troppo spesso arriva nei pressi della scadenza dei contratti di giocatori importanti, ma non credo affatto che Ghoulam possa andare via da Napoli a gennaio. Parliamo di una pedina fondamentale per Sarri ed è impensabile che a metà stagione si perda un giocatore così importante. Negli anni ’80 c’era Trapattoni contro Sacchi, oggi invece Sarri e Allegri che guidano due squadre meravigliose. Il gioco del Napoli oltre che bello è anche pratico e speriamo che quest’anno possano arrivare i risultati”.

Enzo Bucchioni, giornalista: “De Laurentiis farà di tutto per rinnovare il contratto di Ghoulam e devo dire che mi fido di questo presidente perché porta sempre dalla sua parte tutte le situazioni. A volte bisogna dare un segnale ai calciatori e ben vengano i De Laurentiis e i Lotito. Le idee del presidente del Napoli sono innovative, ma lo hanno portato ad essere tra le squadre di grande spessore europeo. Lo vedo come un grande riformatore e rispetto al passato, si è innamorato del calcio e fa questo lavoro con passione”.

Andrea Mandorlini, allenatore: “Mertens rientra tra i primi 10 calciatori del mondo e forse anche tra i primi 5 perché è bravo e in questo momento è in grande condizione. Il Napoli sta bene, ha in testa il proprio calcio e il proprio modo di affrontare la gara e credo che contro la Roma assisteremo ad una bella partita anche perché i giallorossi stanno bene. Sarà una partita aperta ad ogni risultato con il Napoli che vorrà imporre il proprio gioco e la Roma che punterà sulle ripartenze. Oltre a Roma-Napoli, c’è il derby di Milano, la Juve giocherà con la Lazio per cui sarà il primo bilancio di stagione”.

Umberto Zapelloni, vice direttore della Gazzetta dello Sport: “Il Napoli sta vivendo un momento particolare: ha una squadra che funziona in Italia e in Europa ed ha tutte le possibilità per lottare per lo scudetto fino alla fine. Allegri comincia ad essere stufo che gli avversari giochino meglio e raggiungere risultati in Italia non è mai semplice, ma vincere giocando bene si può fare. L’unica cosa che contava per la Nazionale italiana era vincere contro l’Albania. Questa Italia ci sta abituando a soffrire contro chiunque e arrivare al Mondiale sarebbe il minimo, ma non mi illudo di vedere un’Italia protagonista”.

Pierluigi Pardo, giornalista: “L’Italia non è uno spettacolo per gli occhi, ma non esagererei col catastrofismo anche perché in Europa non è mai facile vincere e non lo è stato neppure con l’Albania. Ci sono oggettivamente dei problemi, c’è sfiducia da parte di alcuni senatori nei confronti di Ventura, ma lo stesso ct è in linea con gli allenatori delle altre Nazionali che non sono allenate da Mourinho. Sparare sul pianista mi sembra eccessivo e poi Ventura ha fatto gavetta ed è un allenatore di campo che ha un’idea precisa e necessita un certo tipo di lavoro e questo non è un dettaglio. Finalmente si torna al campionato: Napoli e Juve sono due ottime squadre ed è chiaro che la sfida di Sarri è particolarmente complicata e difficile perchè si batterà contro una formazione che vince da anni, che ha più budget, più fatturato e che resta ancora la favorita. Da fuori è bellissima questa sfida, è l’essenza del calcio”.

Paolo De Paola, direttore di Tutto Sport: “Questa Nazionale italiana è deprimente perché non mostra gioco e ogni calciatore è lasciato a se stesso. Legherei sempre la bellezza del gioco alla conquista di qualche risultato e spero che ci possa essere una corrispondenza tra questi due elementi. Questo è il più bel Napoli, ma adesso deve vincere. Allegri chiede un’alternanza di giocatori che possa gestire mentre Sarri preferisce una rosa ristretta su cui lavorare. Sarri ha bisogno solo di un riscontro verità affinchè la sua filosofia di gioco approdi a qualcosa di importante. Mi piace il gioco di Sarri e sono curioso di capire dove porterà questa bellezza. Attualmente tra Sarri e Allegri sceglierei il secondo, ma Sarri è una grandissima utopia del calcio perché sta facendo vedere qualcosa di nuovo, come è stato per Sacchi”.

Ciro Venerato, giornalista: “Ghoulam? Il bicchiere è mezzo vuoto perché è vero che Guardiola ha messo Ghoulam nella lista della spesa e quindi il City è interessato al giocatore, ma è mezzo pieno perché il Napoli non venderà mai Ghoulam a gennaio. C’è la volontà da parte del Napoli di prolungare e del giocatore di non lasciare il club da separato in casa. L’entourage è in contrapposizione: Mendes sta spingendo per rinnovare il Napoli mentre il fratello di Ghoulam è più battagliero e chiede qualcosa in più. Samir Ghoulam chiede un bonus allo scatto della firma più qualche commissione che De Laurentiis in passato non gli avrebbe riconosciuto. Sulla clausola invece bisogna mediare tra le parti: è vero che De Laurentiis non vuole mettere una cifra bassa, ma Giuntoli potrebbe mediare”.

Alfredo Pedullà, giornalista: “Mi chiedo: ma Allegri nel Napoli o nella Roma quanto avrebbe vinto? Sono un estimatore di Allegri, ma se continua a ripetere che quelli belli non vincono e lo fa per la sesta volta vuol dire che gli da un po' fastidio. Allegri non ha ricostruito Ghoulam o Jorginho, non ha inventato Mertens centravanti, ha trovato una squadra allenata da Conte e chi è arrivato non è costato meno di 40 milioni. Se Sarri fosse alla Juve, le quote sullo scudetto sarebbero sempre basse. Il calcio va masticato in un certo modo e il Napoli a qualcuno dà fastidio e mi spiace perché dovrebbe avere una spinta mediatica per quello che sta facendo. Ghoulam? La preoccupazione che alla fine vada via è lecita. Mendes è schierato dalla parte del Napoli e spera che il rinnovo arrivi presto, la variabile impazzita è il fratello di Ghoulam che di fronte ad alcune sirene, sta prendendo tempo cercando di mettere una clausola molto bassa. Roma-Napoli? Se superasse la Roma, il Napoli acquisirebbe un’autostima che potrebbe diventare un valore aggiunto. Di Francesco sta lavorando bene e vedo la Roma tra le prime 4, ma non tra le prime 2”.

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
16/12/2017 - CALCIO, NAPOLI; JORGINHO: SIAMO SU STRADA GIUSTA PER TORNARE A VINCERE

16/12/2017 - SARRI SALTA LA SUA SOLITA VISITA A SUPERGA

16/12/2017 - TORINO, MIHAJLOVIC: “NAPOLI IN CALO? MI VIENE DA RIDERE”

16/12/2017 - NAPOLI, L’EX EL KADDOURI: “IL MISTER MI SCHIERAVA FUORI RUOLO”

16/12/2017 - MAREK HAMSIK: “LO SCUDETTO SARÀ IL MIO PUNTO D’ARRIVO”

16/12/2017 - CALCIOMERCATO, LA JUVENTUS VUOLE SOFFIARE VRSALJKO AL NAPOLI

16/12/2017 - VENERATO, BUCCHERI, MANDORLINI, SCHWOCH E JACOMUZZI A RADIO CRC

16/12/2017 - SARRI RIESCE A FAR VISITA A SUPERGA

15/12/2017 - NAPOLI, DIAWARA: “CHE EMOZIONE SEGNARE AL CITY. SCUDETTO? HA RAGIONE DE LAURENTIIS”

15/12/2017 - NAPOLI, SARRI ELEGANTE ALLA CENA DI NATALE E DE LAURENTIIS SI STUPISCE

15/12/2017 - NAPOLI, INGLESE A GENNAIO MA IL CHIEVO VUOLE GIACCHERINI

15/12/2017 - ROMANIA, CONTRA SVELA: “IL NAPOLI VUOLE BLINDARE CHIRICHES”

15/12/2017 - NAPOLI, CALLEJON: “LA SCONFITTA CONTRO LA JUVENTUS FA MALE. I PIÙ BELLI SIAMO NOI”

15/12/2017 - MERTENS: 'HO RINUNCIATO AI SOLDI CINESI PUR DI VINCERE'

15/12/2017 - NAPOLI: INSIGNE PRONTO PER IL TORINO

15/12/2017 - VRSALJKO: FRA NAPOLI, JUVE E LIVERPOOL

15/12/2017 - MALDERA, CROSETTI, BERRETTONI, D'AMICO, PARISI E MATERAZZI A RADIO CRC

15/12/2017 - BONIEK: “SCUDETTO? SARÀ UNA SFIDA TRA JUVE E NAPOLI”

15/12/2017 - DE MAGISTRIS, NAPOLI VA SEMPRE SOSTENUTO

15/12/2017 - NAPOLI, DE LAURENTIIS: “IL COMUNE NON CI FA INVESTIRE NELLO STADIO”

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1