1
OGGI: 16/12/2017 23:21:11 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-SerieA
Bookmark and Share Condividi la notizia
Juventus, Allegri: “Scudetto? Non siamo preoccupati. Mi arrabbio con Higuain perché…”
4 09/10/2017 - Lunga intervista rilasciata da Massimiliano Allegri ai taccuini del TuttoSport; ecco quanto dichiarato dall’allenatore della Juventus:

SCUDETTO – “Preoccupati? No, noi siamo rispettosi del Napoli, dell’Inter, della Roma. E anche del Milan che ha fatto una grande campagna acquisti per arrivare tra le prime quattro e adesso è solo un po’ staccata. Alla fine queste cinque squadre, a meno che non si inserisca la Lazio, si giocheranno i 4 posti. La forza della Juventus è quella di rispettare tutti perché altrimenti non riesci a vincere”.

NAPOLI – “Il Napoli è cresciuto, sono tre anni che gioca con la stessa squadra. La Juventus ha cambiato molto: noi abbiamo continuato a vincere e loro a crescere sul piano del gioco e quest’anno, in questo momento che hanno due punti in più di noi e dell’Inter, è normale che si sentano i favoriti insieme a noi per lo scudetto. Ma è presto. Perché alla fine le stagioni si decidono a marzo, come sempre. Bisogna avere un po’ di pazienza”.

CHAMPIONS LEAGUE – “Il Real Madrid è la favorita numero uno. Per adesso sta scherzando, ha lasciato qualche punto in casa e ora ha iniziato a fare cose giuste. Infatti è andato a Dortmund e giocando al 70% ha vinto. Il Barcellona ha Messi che fa la differenza. Il PSG è una scheggia impazzita, al momento non è ancora decifrabile, però ha gente come Mbappé, Neymar, Cavani e Dani Alves: bisogna vedere che squadra saranno a marzo”.

BONUCCI – “Leo è stato un giocatore importante. La storia della Juventus parla chiaro: sono andati via tantissimi giocatori negli anni. Dopo Berlino, con gli addii di Tevez, Pirlo, Vidal sembrava che la Juventus fosse finita, invece siamo ripartiti. La stessa cosa l’anno dopo con le partenze di Pogba e Morata. La società ha svolto un lavoro importante”.

GALEONE – “Io ho avuto Galeone per sette-otto anni che a livello sia calcistico sia nel vedere i singoli i giocatori è veramente uno dei più bravi. Poi lui ha fatto una carriera che per le sue qualità non gli ha dato tutto perché forse gli è mancato qualcosa. Io da lui ho preso il meglio, però ho cercato di prendere il meglio vedendo anche gli altri che non ho avuto come allenatori”.

DYBALA – “Paulo deve ancora crescere molto, ha 23 anni. Rispetto a quando è arrivato è migliorato a vedere il gioco e a giocare meno da punta e più nel ruolo che gli si addice maggiormente. Per me Dybala farebbe fatica a fare il centravanti in una grande squadra per un fatto abbastanza semplice: avrebbe meno spazio davanti, dovrebbe sopportare più contatti fisici e sarebbe meno in movimento. Quando al Palermo faceva il centravanti aveva 40 metri davanti. Alla Juventus per trovare quei metri doveva abbassarsi per giocare tra le linee e lo sta facendo. Paulo non è uno rapido, è un aerobico. Deve imparare a gestire le partite, certe volte deve avere un minor dispendio di energie in certi tipi di gare. Nel derby ha iniziato a dribblare, a costruire, a prender botte… Tutte energie che ti vengono a mancare nelle partite dopo. E deve migliorare a usare il destro”.

HIGUAIN – “Gonzalo deve essere determinante, che poi segni 30 gol o 25, l’importante è che siano gol che determinino. Adesso sta meglio fisicamente, ha lavorato nella sosta, ma non è ancora al cento per cento. Higuain è un giocatore straordinario. Mi arrabbio molto con lui perché pretendo di più, perché può fare molto di più. Finora ha fatto il 50% di quello che potrebbe fare”.

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
16/12/2017 - UEFA BOCCIA I CONTI DEL MILAN

16/12/2017 - SPALLETTI 'SENZA TREGUA' "ZERO SPAZIO PER RIFIATARE"

16/12/2017 - DI FRANCESCO: "C'È IL CAGLIARI, SBAGLIATO PENSARE ALLA JUVE"

16/12/2017 - SERIE A, NAPOLI PREPARA RISCATTO A TORINO

15/12/2017 - "SUPER DASPO E CELLE NEGLI STADI"

15/12/2017 - SERIE A: INTER-UDINESE A MARIANI, MAZZOLENI PER TORINO-NAPOLI

15/12/2017 - TIM CUP: POKER LAZIO, AI QUARTI CONTRO LA FIORENTINA

15/12/2017 - CALCIO, MILAN FRA CASO DONNARUMMA E SENTENZA UEFA. TIFOSI CONTRO RAIOLA

14/12/2017 - MILAN: “DONNARUMMA PATRIMONIO DEL CLUB, E NON È TEMPO DI MERCATO”

14/12/2017 - MILAN SUPERA VERONA 3-0, DERBY IN TIM CUP CON INTER

14/12/2017 - COPPA ITALIA: DOPPIETTA VERETOUT, FIORENTINA AI QUARTI

14/12/2017 - SERIE A: IMMOBILE SE LA CAVA CON UN SOLO TURNO DI STOP

14/12/2017 - ITALIAN SPORT AWARDS, PREMIO A IMMOBILE

13/12/2017 - GATTUSO: "IL VAR LEVA I CATTIVI PENSIERI". MA LA LAZIO NON CI STA E GRIDA AL COMPLOTTO

13/12/2017 - C'È SEMPRE LA ROMA TRA CLUB CALCIO PIÙ "SMART"

13/12/2017 - COPPA ITALIA: INTER AI QUARTI, PORDENONE KO SOLTANTO AI RIGORI

13/12/2017 - MERCATO: DONNARUMMA VIA? PARLA IL MILAN

13/12/2017 - SERIE A: RIMONTA ATALANTA, GENOA KO IN CASA

13/12/2017 - LAZIO MINACCIA: "VIA DAL CAMPIONATO"

13/12/2017 - ADDIO ALLA VOCE DI 'TUTTO IL CALCIO MINUTO PER MINUTO'

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1