1
OGGI: 26/09/2017 00:12:46 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-Napoli
Bookmark and Share Condividi la notizia
Condò, Zoff, Renga, Capuano, Zara, Orsi, Verna, Barigelli e De Paola a Radio Crc
4 07/09/2017 - A Radio Crc è intervenuto Paolo Condò, giornalista: “Riusciremo ad andarci a questo Mondiale e per fortuna ci sono le teste di serie. L’Italia contro la Spagna giocava contro una squadra superiore mentre l’Israele se giocasse in serie A non si salverebbe e questo mi ha fatto paura. Spero che la partita di ieri abbia convinto Ventura che il 4-4-2 declinato offensivo 4-2-4 non è adatto ai giocatori che abbiamo. L’Italia ha buoni giocatori che possono diventare ottimi giocatori: Insigne e Verratti sono i migliori e Ventura deve costure un modulo che possa esaltarne le caratteristiche. Verratti non è il nuovo Pirlo perché tendenzialmente commette falli che poi portano all’espulsione. Serve un centrocampista in più e uno tra Florenzi e Parolo insieme a De Rossi e Verratti comporrebbe un centrocampo che non ci farà diventare la squadra più forte del Mondo, ma quanto meno più equilibrata. Jorginho in Nazionale? Sono contrario agli oriundi. Ritengo sia necessaria una separazione tra il calcio dei club in ci c’è il mercato e l cali o delle nazionali. Sono contrario agli oriundi non per un discorso razzista, ci mancherebbe, ma perché temo che con il calcio delle naturalizzazioni i paesi ricchi si compreranno le proprie nazionali. Il Napoli è pronto per vincere, tutti la consideriamo la vera alternativa alla Juventus. Nelle prime 2 giornate il Napoli ha già sfatato 2 tabù: ha vinto la prima di campionato e nella seconda partita ha battuto l’Atalanta, cosa che non riuscì agli azzurri lo scorso anno. Il Milan ha fatto un salto di qualità complessivo in questo mercato e mi a setto un girone di andata in cui potrebbero esserci incidenti di percorso, ma un grande girone di ritorno. Mi è piaciuto il modo di operare de Napoli in questo mercato: il budget è stato intaccato non poco con i rinnovi di Mertens e Insigne: mantenere i campioni non è semplice e non è vero che il Napoli non ha fatto nulla”.

Dino Zoff, allenatore: “Sarri è all’inizio della sua carriera di un certo livello per cui ha tanta strada da fare prima di allenare la Nazionale. Quest’anno per esempio è un banco di prova interessante perché il Napoli può giocarsi il campionato e i pensieri dell’allenatore devono essere rivolti al Napoli, poi dopo si vedrà. L’Italia è una buona squadra e può far bene. Credo sia normale andare al Mondiale e può fare anche bene perché ci sono giocatori interessanti. Probabilmente abbiamo in mente la partita con la Spagna, ma la Nazionale è competitiva e lo sarà. Verratti e Insigne sono due ottimi giocatori e faranno vedere la proprie forza. Sono fiducioso, il gruppo mi piace e penso possa far bene. La Nazionale italiana può sempre essere tra le prime squadre del mondo. E’ un problema per tutte le Nazionali che le squadre di club siano fatte da tanti stranieri. Quando diversi giocatori provengono da una squadra e quindi in Nazionale arriva il famoso blocco di una squadra è chiaro che c’è un vantaggio, ma ormai non solo l’Italia, ma tutte hanno questi problemi. Il Napoli è l’antagonista principe della Juventus poi c’è da capire se la Roma riuscirà a quadrare la difesa. Le milanesi viste così, invece, non credo riusciranno a fare più di quanto hanno fatto lo scorso anno”.

Roberto Renga, giornalista: “L’Italia riuscirà ad arrivare ai Mondiali e credo che disputeremo anche buone partite. Guardando l’Italia, mi chiedevo quanti di questi giocatori, e ce ne sono alcuni che a me piacciono molto, oggi chi sarebbe tra i primi 5 del campionato italiano. Ho provato anche a darmi una risposta, ma è triste. Insigne è il miglior giocatore italiano, ma ieri sera non ha tentato un dribbling e non è pensabile che uno come lui non lo abbia fatto. Non ho chiamato Ventura perché preferisco lasciarlo stare, ma è brutto fare l’allenatore, apri la mattina il giornale e scopri che sei uno stupido e te lo dice anche gente che non hai mai visto il campo. Ieri mi aspettavo una reazione da parte dell’Italia che però non c’è stata”.

Giovanni Capuano, giornalista: “L’Italia non è la 32esima nazionale del mondo. Insigne e Verratti sono due grandissimi giocatori, ma non credo siano top player. La fotografia di questi due calciatori è data da ciò che fanno con i rispettivi club più che per ciò che hanno fatto in questa settimana con l’Italia. Non so se Buffon abbia chiesto a Ventura di convocare Jorginho, ha però lanciato dei messaggi sulla leadership di Ventura nello spogliatoio e le parole soprattutto del post Spagna sono stata chiare. Già da ottobre Ventura deve studiare qualcosa di differente e magari portare Insigne e Verratti al centro del progetto può essere una soluzione. Uno dei pochi errori di Ventura è forse essere stato troppo rigido”.

Furio Zara, giornalista: “Insigne e Verratti sono gli uomini giusti nel posto sbagliato, purtroppo giocano con l’Italia. La nostra qualità è questa: la qualità media ci pone in una posizione di rincorsa e ci sono almeno 9 nazionali in europa più forti di noi. Insigne e Verratti non sono dei fuoriclasse e in campo internazionale devono dimostrare molto anche se poi con i loro club stanno dimostrando di essere giocatori di ottima caratura. Sono capitati in un periodo storico particolarmente difficile, ma l’Italia non può essere questa. Ieri Buffon ha detto anche in maniera anche un po' polemica che sembra non piacere il possesso palla dell’Italia, ma non è che non piace, è chiaro però che se la Spagna lo fa a 100 all’ora e noi a 30 all’ora c’è una differenza”.

Nando Orsi, allenatore: “Il modulo dell’Italia è poca adatto alle caratteristiche degli azzurri. Non c’è sincronismo ed è normale che giocatori come Insigne e Verratti vadano in difficoltà. Insigne, in particolare, nel Napoli ha sempre un centrocampista che lo aiuta, con l’Italia invece non sa come gestire il pallone perché non è inserito in un meccanismo in cui sa ciò che faranno gli altri compagni di squadra. Il Napoli mi è piaciuto non per come ha giocato contro l’Atalanta, ma per la reazione che ha avuto. L’anno scorso quando andava in svantaggio andava in difficoltà e invece contro l’Atalanta la bestia nera, ha reagito vincendo addirittura. Contro il Bologna vedrei una partita sbilanciata sulla carta, ma poi è il campo a dare il verdetto”.

Carlo Verna, giornalista: “Sacchi ha detto una cosa giusta quando ha parlato di meccanismi che sono stati interiorizzati e questo vale sia per Hamsik e per Insigne. Quest’ultimo ha uno stato fisico superiore a Marekiaro, ma è stato penalizzato dalle scelte di Venture, soprattutto nella partita contro la Spagna. Non si può giocare con un centrocampo a due contro gli spagnoli e mi spiace perché Ventura è un tecnico garbato e competente. Hamsik invece, deve solo crescere nella condizione fisica. Domenica prossima il Napoli troverà di fronte un Bologna che vorrà prendersi una rivincita dopo i 7 gol incassati lo scorso anno”.

Stefano Barigelli, condirettore del Corriere dello Sport: “Sicuramente il gioco di Sarri esalta le qualità di alcuni giocatori, nella fattispecie Insigne, ma pure l’attaccante più forte se facesse il difensore centrale farebbe delle figuracce per cui per esaltarsi, i giocatori devono essere messi nella migliore condizione. Tutta l’Italia ha fatto fatica, anche Verratti e De Rossi hanno fatto delle figuracce. Quando un allenatore sbaglia, vengono penalizzati tutti i giocatori messi in campo. Sarri difende il proprio metodo di gioco, ma non è un allenatore integralista. Ha dimostrato di saper rivedere e correggere alcune cose quando e adotta anche il turnover quando questo non va ad intaccare la bellezza del gioco che è prioritario”.

Paolo De Paola, direttore Tutto Sport: “Ventura è una persona che riesce a crearsi un’area di fiducia attorno alla sua persona per cui mi sono imposto di seguirlo e ricordargli solo quanto di bello ha fatto nella sua carriera e mi riferisco soprattutto a quel Bari. Ventura lavora molto sui giovani e con il suo 4-2-4 ha ispirato lo stesso Antonio Conte. Detto questo, c’è da capire a cosa porta questa sua politica e questo modulo. Insigne e Verratti rischiano di uscire dalla Nazionale, soprattutto Insigne e sembra un paradosso. Insigne è il più grande talento italiano, ma va supportato e nel Napoli ha Ghoualm dietro, dialoga con Mertens, Callejon, Hamsik per cui ci sono una serie di giocatori che ruotano attorno a lui ed è chiaro che va in difficoltà se resta da solo come accade nell’Italia. Il lavoro che ha in mente Ventura di crescita non è sbagliata, ma deve esserci una maggiore duttilità del ct ad adattarsi anche ad altri sistemi di gioco”.

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
25/09/2017 - NAPOLI, HAMSIK: “SPAL? UNA DELLE GARE PIÙ DURE, MA ABBIAMO GRANDE CARATTERE”

25/09/2017 - NAPOLI, OPERATO MILIK: TORNERÀ IN CAMPO TRA 5 MESI

25/09/2017 - NAPOLI CALCIO: ROTTURA CROCIATO PER MILIK, DOMANI L'INTERVENTO

25/09/2017 - CHAMPIONS, NAPOLI-FEYENOORD: ARBITRA SCOZZESE COLLUM

25/09/2017 - NAPOLI, GILARDINO ‘SI CANDIDA’ PER SOSTITUIRE MILIK

25/09/2017 - NAPOLI, MESSAGGIO DI REINA A MILIK: “TIENI DURO AMICO MIO!”

25/09/2017 - NAPOLI, RINNOVO PER GHOULAM CON DOPPIA CLAUSOLA

25/09/2017 - NAPOLI, L’EX MARADONA SI CONGRATULA CON LA SPAL: “GRANDE PARTITA”

25/09/2017 - SPAL, SEMPLICI: “GRANDE RAMMARICO. 4 PUNTI? DICEVANO CHE NE AVREMMO FATTI 2…”

25/09/2017 - NAPOLI, INSIGNE: “E’ STATA LA VITTORIA PIÙ COMPLICATA DELLA STAGIONE”

25/09/2017 - NAPOLI, SMS DI DE LAURENTIIS A MILIK: “STAI TRANQUILLO, PENSA SOLO A GUARIRE”

25/09/2017 - SARRI: "NON CI SENTIAMO L'ANTAGONISTA DELLA JUVENTUS"

25/09/2017 - CALCIO, NAPOLI: DIFFERENZIATO PER CHIRICHES

25/09/2017 - FEYENOORD, DUE TIFOSI: “A NAPOLI ANCHE SENZA BIGLIETTO, LA VEDREMO IN UN BAR”

23/09/2017 - ALTAFINI: “NAPOLI DA PLAYSTATION. JUVENTUS, LA DIFESA SOFFRE”

23/09/2017 - SPAL, SEMPLICI: “CONTRO IL NAPOLI LO STADIO DEVE ESSERE UNA BOLGIA”

23/09/2017 - FENOMENOLOGIA NAPOLI: ATTACCO STELLARE E SUPER MERTENS

23/09/2017 - MERCATO: NAPOLI, NIENTE CINA A GENNAIO PER REINA

23/09/2017 - DIRITTI TV: ADL, BRUNELLI INADEGUATO

23/09/2017 - ZOLA: “PUNIZIONI? A NAPOLI CI GIOCAVAMO LE CENE CON MARADONA, PAGAVO SEMPRE IO”

23/09/2017 - SERIE A, SPAL-NAPOLI, LE PROBABILI FORMAZIONI. SI GIOCA OGGI ALLE 18

23/09/2017 - NAPOLI, L’EX TAGLIALATELA PUNGE ANCORA REINA: “ALTRO ERRORE, PROBLEMA MENTALE”

23/09/2017 - SAVOLDI: “SARRI DEVE SVEGLIARSI. MERTENS E DYBALA I PIÙ FORTI DEL CAMPIONATO”

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1