1
OGGI: 21/11/2017 05:19:22 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-SerieA
Bookmark and Share Condividi la notizia
Juve e Lazio verso Supercoppa: Inzaghi con dubbio Felipe Anderson
4 12/08/2017 - Juventus e Lazio proseguono nella loro fase di avvicinamento al primo grande appuntamento della stagione. La sfida dell'Olimpico assegna il primo trofeo stagionale ed è un rodaggio importante in vista dell'inizio del campionato. Sono tre i precedenti con due vittorie della Juve e una della Lazio, i bianconeri hanno vinto gli ultimi due confronti diretti nel 2013 all'Olimpico e nel 2015 a Shanghai. L'unico successo laziale risale al 1998 al Delle Alpi. In casa Juve sono giorni caldi soprattutto per quanti riguarda il mercato. I bianconeri hanno ufficializzato oggi la cessione di Rincon al Torino e sono ad un passo dal riportare a casa Spinazzola dall'Atalanta. Due operazioni di contorno, però, perché il vero obiettivo di Marotta e Paratici è quello di mettere a disposizione di Allegri quanto prima un centrocampista di livello internazionale: i nomi si conoscono da tempo vale a dire Emre Can, Strootman, N'Zonzi o Matuidi. Ma allo stesso tempo la società bianconera guarda anche in casa Lazio l'evolversi delle situazioni di Keita Balde e De Vrij. Entrambi hanno il contratto in scadenza nel 2018 e difficilmente lo rinnoveranno, certo però che trattare con Lotito non sarà affatto facile.

Juve che ieri ha festeggiato anche i 50 anni di Max Allegri, l'allenatore che ha guidato la squadra agli ultimi tre scudetti di fila e a due finali di Champions in tre anni. Il tecnico toscano è determinato a proseguire nella scia di successi come confermano le sue parole: "Il settimo scudetto? Dico solo che il 7 è un bel numero. I ragazzi ormai hanno un dna vincente e soprattutto c'è una grande disciplina, ci sono delle regole da rispettare". Prima però c'è una finale di Supercoppa da giocare contro una squadra forte come quella di Simone Inzaghi. I bianconeri ci arrivano con l'organico al completo, come confermato dall'ultimo allenamento di oggi e con la solita grande determinazione. Le parole di Sami Khedira su Instagram a tal proposito lo confermano: "E' un peccato che alcuni bravi giocatori ci abbiano lasciato durante la pausa estiva ma e' il calcio, i nuovi hanno portato grande qualità ed energia per cui penso che la nostra squadra sia anche migliore rispetto allo scorso anno. Essendo la Juventus, il nostro obiettivo e' lottare sempre su tutti i fronti il piu' a lungo possibile". Per quanto riguarda la formazione, Allegri dovrebbe puntare sull'ormai consolidato 4-2-3-1 con diversi dubbi di formazione. In difesa, è ballottaggio fra Lichtsteiner e De Sciglio come terzino destro mentre al centro da scegliere il centrale che affiancherà Chiellini con Rugani favorito. A metà campo uno fra Marchisio e Khedira spalleggerà Pjanic, mentre in attacco il dubbio di Allegri riguarda chi fra Cuadrado e Douglas Costa giocherà al fianco di Dybala e Mandzukic alle spalle di Higuain.

In casa Lazio c'è la voglia e la determinazione di porre fine ad una serie di 10 partite consecutive senza vittorie contro la Juve, fra tutte le competizioni. I biancocelesti arrivano alla sfida dell'Olimpico con grande carica e fiducia, sicuri di avere le armi per fermare i campioni d'Italia. "Giochiamo contro la squadra più forte d'Italia con sei scudetti alle spalle. Dobbiamo sfatare una maledizione che dura ormai da 10 partite in cui tra l'altro non siamo riusciti a fare gol", ha confermato Immobile. "Domenica ci attende una sfida difficile e se giocherò darò il massimo, dobbiamo crederci", ha detto invece il neo arrivato Adam Marusic. Sulla stessa lunghezza d'onda l'altro neo acquisto Felipe Caicedo: "E' chiaro che domenica spero di giocare, mentalmente sono preparato, fisicamente meno, tutto questo però è normale, il gruppo è più avanti nella preparazione ma il cuore mi dice che sono pronto".

Per quanto riguarda la formazione, Inzaghi rischia di dover fare a meno di Felipe Anderson, che anche oggi non si è allenato. Al posto del brasiliano, accanto ad Immobile, il tecnico laziale ha provato Keita Balde. L'altra sorpresa nella formazione di domenica potrebbe riguardare la fascia destra, con Marusic provato fra i titolari al posto di Basta. Per il resto in difesa giocheranno Wallace, de Vrij e Hoedt. Esterni Marusic e Lulic, con Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic in mediana. In attacco Immobile e Keita se non dovesse recuperare Felipe Anderson.

Ruggini di mercato, contrasti fra dirigenti e un'interminabile striscia bianconera fanno da sfondo alla sfida di Supercoppa Lazio-Juventus, che assegna domenica all'Olimpico il primo trofeo della stagione. Keita 'balla' tra le due squadre, si e' promesso ai bianconeri che hanno tentato prima Milinkovic-Savic e poi De Vrij, ma Lotito vuole 30 milioni e non accetta compromessi. Ma tra le due squadre, una volta alleate, da anni ci sono conti in sospeso. Lotito ha imposto la finale a Roma invece che a Pechino 2013 con grave danno economico per la Juve, poi ci sono stati i contrasti in Lega (e gli insulti a Marotta). La Juve ha reagito sul campo: se negli ultimi sei anni poche squadre hanno sorriso incontrandola, per la Lazio sono stati sangue, sudore e lacrime.

Da quando c'e' Max Allegri dieci incontri e dieci sconfitte in tre anni, comprese due finali di Coppa Italia e una Supercoppa, 20 gol subiti (5 di Dybala che ora avra' l'agognata maglia n.10) e uno solo segnato. Un'inferiorita' che si sta trasformando in un'ossessione e che male si accorda con gli ottimi campionati che la Lazio sta disputando: competitiva con tutti, ma non con la Juve. I campioni sono favoriti anche domenica, ma gli innesti di mercato incidono poco e la partenza di Bonucci non e' indolore per gli assetti della difesa. Insomma, se c'e' una crepa nella fortezza bianconera puo' essere trovata da Immobile e soci, autori di un precampionato impeccabile. Il fattore Allegri (che festeggia i 50 anni) incide come un macigno nel dislivello Juve-Lazio, ma il gap ha cominciato ad acuirsi dopo lo scudetto del 2000 e le polemiche per il ko della Juve a Perugia sotto il diluvio. In campionato infatti la Lazio non batte la Juve da 14 anni, un 2-0 all'Olimpico del 6 dicembre 2003. Da allora la Juve e' andata ko quattro volte ma solo in Coppa Italia: 2-0 nella finale 2004; due sconfitte per 2-1 nelle semifinali 2009; un 2-1 con finale sfumata il 29 gennaio del 2013. In Supercoppa la Juve e' alla sesta finale consecutiva con quattro vittorie , ma ha perso due delle ultime tre (ai rigori col Napoli e, nel dicembre scorso, col Milan). Sette i successi nella manifestazione che tocca quota 30 edizioni ed e' ormai uno spot del calcio italiano.

Da Maradona a Zidane, da Baggio a Del Piero, da Totti a Van Basten, da Sheva a Ibra, da Tevez a Higuain sono tanti i campioni che negli anni hanno lasciato il sigillo. Nata nel 1988 la Supercoppa e' anche formato esportazione: nove edizioni, sei delle ultime otto, si sono disputate all'estero. La scelta piu' discussa e' stata quella di Tripoli 2002 con il 2-1 della Juve sul Parma con doppietta di Del Piero. Nel 1989 si parte col 3-1 del Milan di Sacchi alla Samp, decide su rigore Van Basten. Nel 1990 il Napoli di Maradona travolge la Juve per 4-1. Nel 1994 il Milan si sbarazza della Samp 5-4 ai rigori. Mihajlovic prima segna e poi sbaglia il rigore decisivo. Nel 2000 la Lazio di Eriksson da' una lezione all'Inter di Lippi, 4-3. Un'altra Supercoppa da incorniciare e' quella del 2003 a New York: la Juve batte il Milan 6-4 ai rigori dopo un cucchiaio di Pirlo e un errore di Brocchi. Scricchiola la Juve di Capello prima di calciopoli perdendo 1-0 nel 2005 con l'Inter che conquista sette finali e quattro vittorie. Nel 2006 la Roma di Spalletti ammutolisce San Siro con tre gol in 34', poi l'Inter rimonta 3-3 e vince con Figo. A Pechino 2009 il dream team di Mourinho viene infilato 2-1 dalla Lazio, nel 2011 il Milan di Allegri vince a Pechino il derby. Poi c'e' la velenosa sfida 2012 a Pechino: Napoli in vantaggio 2-1 e raggiunto da un rigore dubbio. Espulsi Pandev, Zuniga e Mazzarri e Juve che vince ai supplementari. Ai rigori dopo due anni la vendetta con doppietta di Higuain. Poi tocca a Mandzukic e Dybala riportare il trofeo a Torino contro la Lazio. Nel dicembre scorso a Doha il Milan batte la Juve ai rigori confermando che in Supercoppa la sorpresa e' dietro l'angolo.

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
20/11/2017 - LA JUVE SBATTE IN CASA DELLA SAMP: LIGURI VINCONO 3-2 CON BRIVIDO FINALE

20/11/2017 - FIGC, TAVECCHIO SI È DIMESSO (LE REAZIONI)

20/11/2017 - SERIE A: JUVENTUS KO CON LA SAMP, BENEVENTO PERDE ANCORA

20/11/2017 - L'ADDIO DI BUFFON: "SMETTO QUEST'ANNO"

20/11/2017 - LA CRISI DELLA JUVE TRA BLACK OUT ED ERRORI DI MERCATO

20/11/2017 - SERIE A, BASELLI RISPONDE AD HETEMAJ: È 1-1 TRA TORO E CHIEVO

20/11/2017 - SERIE A, IL CAGLIARI PASSA A UDINE: JOAO PEDRO TRAFIGGE I FRIULANI

20/11/2017 - SERIE A, CHIESA SALVA LA FIORENTINA: 1-1 CONTRO LA SPAL

20/11/2017 - SERIE A, BALLARDINI RISOLLEVA GENOA: RIGONI STENDE IL CROTONE

20/11/2017 - SERIE A, IL CAGLIARI PASSA A UDINE: JOAO PEDRO TRAFIGGE I FRIULANI

20/11/2017 - INTER, SPALLETTI: “GARA DA SQUADRA MATURA. ICARDI CAMPIONE”

20/11/2017 - BENEVENTO, DE ZERBI: “RIPARTIAMO DALLA PRESTAZIONE, MA SI FA DURA”

20/11/2017 - CALCIO, ZAPATA: FIERO DELLA SAMP, NAPOLI NON HA CREDUTO IN ME

20/11/2017 - CALCIO: BENEVENTO BATTE MAN UTD, E' SUO PEGGIOR INIZIO DI SEMPRE

20/11/2017 - SERIE A, SASSUOLO PASSA AL 94': BENEVENTO RESTA ANCORA A QUOTA ZERO

20/11/2017 - SERIE A: DOPPIO ICARDI, INTER BATTE ATALANTA ED E' SECONDA

19/11/2017 - ABODI PRESIDENTE CREDITO SPORTIVO "SONO PRONTO"

19/11/2017 - CALCIO: SCAFATESE – SALERNUM 2-0

19/11/2017 - MALAGO' "TAVECCHIO LASCIA, PER LIPPI DT ERA FATTA"

18/11/2017 - SERIE A: DI FRANCESCO E INZAGHI SCALDANO I MOTORI

18/11/2017 - DERBY ALLA ROMA, LAZIO BATTUTA 2-1 NELL'ANTICIPO

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1