1
OGGI: 22/03/2017 23:00:23 cnCAPRINEWS 1 TELECAPRI 1 TELECAPRINEWS 1 CAPRI TV 1FIERACITTA'
1
cs rssrss Capri Watch

fbfacebook

@contatti
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-SerieA
Bookmark and Share Condividi la notizia
Agnelli: "Io e Juve deferiti ma non temiamo nulla, dirigenza andrà avanti a lungo"
4 18/03/2017 - "Nella giornata odierna mi è stato notificato un deferimento da parte della Procura federale. Tale deferimento riguarda il sottoscritto, il dottor Francesco Calvo, all'epoca nostro dirigente, il signor Alessandro D'Angelo e il signor Stefano Merulla. Questa società, i suoi dipendenti e il sottoscritto, non hanno nulla da nascondere e da temere, ed è questo il motivo per cui oggi sono qui davanti a voi". Lo afferma il presidente della Juventus Andrea Agnelli. "La Juventus ha collaborato con la Procura della Repubblica come testimoni nel quadro di una indagine riguardante alcuni personaggi legati al mondo della criminalità organizzata", aggiunge Agnelli in una dichiarazione letta in sala stampa. "Questa veste di testimoni è stata sottoposta ad un controllo invasivo e meticoloso, anche con l'uso di intercettazioni ambientali e telefoniche, ma la loro posizione non è mai mutata, erano e sono rimasti testimoni fino alla chiusura dell'indagine penale. Oggi la procura federale anziché limitarsi a contestare eventuali irregolarità nella vendita dei biglietti, emette un deferimento nel quale il mio nome, quello dei nostri dipendenti rivestirebbe un ruolo di collaborazione con la criminalità organizzata. Tutto ciò è inaccettabile -prosegue Agnelli- e frutto di una lettura parziale e preconcetta nei confronti della Juventus e non rispondente a logiche di giustizia. Mi difenderò, difenderò i nostri collaboratori e soprattutto il buon nome della Juventus che per troppe volte è già stato infangato e sottoposto a curiosi procedimenti sperimentali da parte della giustizia sportiva". Segui JuventusFC ✔ @juventusfc Le dichiarazioni del Presidente Andrea Agnelli 17:40 - 18 Mar 2017 740 740 Retweet 1.681 1.681 Mi piace "Tale difesa avverrà nelle sedi opportune - prosegue il presidente bianconero -, ma vi invito fin da oggi ad approfondire con grande attenzione le tematiche di un'inchiesta che ha visto curiosamente scomparire dalla scena mediatica gli accusati di reati mafiosi per essere sostituiti da testimoni che hanno l'unica colpa di lavorare in una società molto famosa e sulla bocca di tutti. Per evidenti motivi non rispondo nel merito del provvedimento davanti a voi, perché penso che sia doveroso farlo davanti alla giustizia sportiva. Vi invito tuttavia ad essere a vostra volta testimoni e non strumenti per conclusioni pregiudiziali, che sarebbero a mio avviso sbagliate e in pieno contrasto con quelle tratte dalla giustizia penale". "Come ho scritto alcuni giorni fa, non ho mai incontrato boss mafiosi, a cadenze regolari ho incontrato tutte le categorie di tifosi, siano essi club doc, siano essi Juventus Member o siano essi gruppi ultras -prosegue Agnelli-. E' sempre stata un'attività fatta alla luce del sole che penso rientri a pieno titolo nei doveri di un presidente di una società calcistica. Se alcuni di questi personaggi hanno oggi assunto una veste diversa negli occhi della giustizia penale, questo è un aspetto che all'epoca dei fatti non era noto, né a me, né a nessuno dei dipendenti della Juventus. E all'argomento che qualcuno di voi potrebbe opporre, che gli ultrà o i loro capi non sono stinchi di santo, io vi posso dire che potrei anche condividere, ma rispetto le leggi di stato e queste persone erano libere e non avevano alcuna restrizione a frequentare lo stadio o partite di calcio". "La Juventus, così come ogni altra società calcistica, collabora con lo Stato ed è stata negli anni scorsi indicata come esempio virtuoso, ma non può certamente sostituirsi alle forze dell'ordine -sottolinea il numero uno della Juventus-. Penso che fosse doveroso da parte mia presentarmi davanti a voi oggi, così come ho dato la mia disponibilità a presentarmi alla Commissione Antimafia, perché potreste quantomeno sapere direttamente da me quale sia il mio pensiero senza alcuna mediazione". "So -conclude- che alcuni giornalisti si sono esercitati nei giorni scorsi, nelle settimane scorse, all'ipotesi del cambiamento del management Juventus. Mi spiace deludervi, ma questo gruppo dirigente, formato dal sottoscritto, da Marotta, dal vicepresidente Nedved, dal direttore sportivo Fabio Paratici, ha intenzione di continuare a far crescere la Juventus ancora per parecchio tempo". ELKANN - "Sono certo che la piena disponibilità della Juventus a collaborare con la giustizia farà emergere la totale estraneità della Società agli addebiti mossi", sono le parole di John Elkann, Presidente di Exor e di FCA. "Desidero ribadire la mia totale fiducia nell'operato di mio cugino Andrea, che ha guidato la Società e il suo gruppo dirigente fino ad oggi e che continuerà a farlo anche in futuro".
 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
22/03/2017 - LUCARELLI: COMPRARE LIVORNO? A MESSINA STO BENE

22/03/2017 - CALCIO, SERIE A: DUE TURNI DI STOP A DIAMANTI, UNO A STROOTMAN

22/03/2017 - JUVENTUS-MILAN: MINACCE AD ARBITRO MASSA, INDAGA LA DIGOS

22/03/2017 - IL DT DEL BARÇA AVVERTE MILAN: DEULOFEU? FELICI PER LUI, PUÒ TORNARE

22/03/2017 - CALCIO, PANCHINA D'ORO A SINDACO AMATRICE

22/03/2017 - CALCIO: SCUDETTO ED EUROPA, ORA NOVE TURNI DI FUOCO

22/03/2017 - ROMA: IN ESTATE TOURNÈE USA E SFIDA JUVE

22/03/2017 - ABRAMOVICH E BERLUSCONI ULTIMI 'PAPERONI' DEL CALCIO

22/03/2017 - MUNDO DEPORTIVO: DYBALA, SÌ BARÇA O REAL

22/03/2017 - TOTTI: "TERREI SPALLETTI ALLA ROMA. IO TRA UN ANNO DIRIGENTE, GIOCATORE O PROCURATORE"

22/03/2017 - CALCIOMERCATO: IL BARCELLONA PENSA A VERRATTI O RABIOT

21/03/2017 - MANCINI: "ADDIO ALL'INTER? NON SONO PENTITO MA HO PERSO TEMPO"

21/03/2017 - ICARDI: MI SENTO MOLTO LEGATO ALL'INTER

21/03/2017 - MILAN: PRESTO CAPARRA O SALTA L'AFFARE

21/03/2017 - DA ALLEGRI A SPALLETTI, PROVE DI ADDIO E NERVI TESI

20/03/2017 - NICCHI "CHIESTA SERENITÀ MA SOLO POLEMICHE INUTILE"

20/03/2017 - SERIE A, LAZIO FRENA A CAGLIARI: ATTACCHI A SECCO AL SANT'ELIA 0-0

20/03/2017 - SERIE A: IL MILAN TORNA A VINCERE, UN GOL DI MATI FERNANDEZ PIEGA IL GENOA

20/03/2017 - SERIE A: JUVE SUPERA OSTACOLO SAMP CON GOL DI CUADRADO E AVVICINA LO SCUDETTO

20/03/2017 - COSA HA DETTO ANDREA AGNELLI DOPO IL DEFERIMENTO DELLA PROCURA

20/03/2017 - SERIE A: ROMA BATTE 3-1 IL SASSUOLO E RESTA SECONDA

20/03/2017 - SERIE A: CUADRADO STENDE SAMP, VINCONO ROMA E NAPOLI

20/03/2017 - ATALANTA: PERCASSI JR SOGNA EUROPA "MA STAGIONE RESTA UNICA"

20/03/2017 - SERIE A: L'INTER FRENA, CON IL TORO FINISCE 2-2

20/03/2017 - SERIE A: FIORENTINA FINO ALL'ULTIMO RESPIRO: KALINIC AFFONDA IL CROTONE

20/03/2017 - CALCIO, JUVE; STAMPA GB: IL MANCHESTER CITY VUOLE BONUCCI

20/03/2017 - SERIE A: UDINESE SHOW, 4-1 CON PALERMO: SALVEZZA LONTANA PER I ROSANERO

20/03/2017 - ULTRÀ DELLA LAZIO AGGREDITI A CAGLIARI

20/03/2017 - CALCIO: LIVERPOOL E ARSENAL SU MANOLAS

20/03/2017 - CALCIO, NAPOLI; INSIGNE: RINNOVO? DISPONIBILE, MA MATRIMONIO SI FA IN DUE

20/03/2017 - CALCIO, VIAREGGIO CUP: ECCO LE QUALIFICATE AGLI OTTAVI

20/03/2017 - ROMA, SPALLETTI: 2° POSTO? SAREBBE COMUNQUE STAGIONE ZERO TITOLI

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1