1
OGGI: 27/07/2017 14:34:04 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Sport-Invernali
Bookmark and Share Condividi la notizia
SCI: GOGGIA NON SI FERMA PIÙ, ARRIVA BIS IN SUPER-G
4 06/03/2017 - E ora chi la ferma più. Sofia Goggia aveva a lungo inseguito il suo primo successo in Coppa del Mondo e il tabù era stato finalmente sfatato ieri nella discesa di Jeongseon, la pista coreana che fra un anno ospiterà i Giochi Olimpici invernali. L'impressione è che sia stato tolto un tappo che bloccava un fiume in piena perchè il giorno dopo, sulla stessa pista, la 24enne finanziera bergamasca concede addirittura il bis, facendo suo anche il supergigante. Un trionfo dal sapore dolce, dolcissimo, perchè se ieri erano stati appena 7 i centesimi che la separavano dalla seconda classificata Lindsey Vonn, stavolta il margine si è addirittura ridotto ad appena 4 centesimi. Pochi ma comunque sufficenti per assicurare all'Italia il podio numero 33 fra uomini e donne e la quarta affermazione a livello femminile (le altre due sono state ottenute da Federica Brignone nel gigante di Kronplatz e nella supercombinata di Crans Montana) che consente alla squadra di Matteo Guadagnini, insieme ai numerosi piazzamenti di giornata, di consolidare il primo posto nella graduatoria per nazioni: 4058 punti contro i 3255 dell'Austria e i 3196 della Svizzera. L'ultima stagione in cui l'Italia femminile aveva raccolto almeno quattro vittorie risale al 2007/08, quando i trionfi furono sei grazie alla strepitosa serie di Denise Karbon che si impose in cinque giganti e Chiara Costazza vinse lo slalom di Lienz. La nuova impresa della Goggia arriva su un tracciato ben disegnato dall'allenatore dello staff azzurro Giovanni Feltrin. La bergamasca, in assoluto stato di grazia, è capace di disegnare traiettorie perfette e imprimere una velocità che nessun'altra concorrente è stata in grado riuscirci. Il podio, come nel giorno precedente, è stato completato anche in questa occasione da Ilka Stuhec con un distacco di 51 centesimi. La slovena, leader anche in questa specialità, si giocherà il successo nelle finali di Aspen con Tina Weirather (oggi nona). "Quando mi sono svegliata il primo pensiero è stato: 'Ieri ho vinto la mia prima gara di Coppa' ed ero così felice... - racconta Sofia - Mi sono sentita leggera e tutto mi veniva facile e tutto era giusto già dal riscaldamento. Un superG tutto da sciare, una specie di gigantone dove bisognava saper far correre gli sci. Erano tre i punti fondamentali: alla terza porta, dove ho preso un bel vantaggio, a metà e poi il salto che ho sbagliato. Ma ho sempre cercato di far correre lo sci e cercavo di spingerli dall'inizio alla fine e sono stata davvero contenta quando ho visto che ero mezzo secondo davanti. E' stato anche un bel duello con la Vonn, che è partita carica dopo il secondo posto di ieri. Sono contenta di essermi confermata e di aver vinto anche in superG, che quest'anno è stato difficile. Sono davvero contenta". Ma lo squadrone diretto da Matteo Guadagnini si gode anche l'ottimo quarto posto di Federica Brignone: la valdostana ormai è diventata una specialista del supergigante e riesce a mantenersi su livelli di competitività su qualsiasi tipo di tracciato, così come Elena Curtoni, decima seppur con qualche piccola imperfezione che le è costata almeno un paio di decimi. Altre quattro azzurre sono finite a punti: 11^ Johanna Schnarf, 15^ Francesca Marsaglia e 27^ Anna Hofer, appena fuori dalle trenta Marta Bassino e Verena Stuffer. In classifica generale comanda Mikaela Shiffrin con 1323 punti davanti a Stuhec (1145) e Gut (1023), la Goggia è quarta a 1021 e la Brignone sesta con 655. Il circuito si trasferisce adesso a Squaw Valley, in California, per un gigante sabato 11 e uno slalom domenica 12 marzo che santiciperanno le finali di Aspen.

Ancora un podio ma anche stavolta dal sapore amarissimo. E' più il rimpianto che la gioia per Stefano Gross, che forse mai come questa volta aveva accarezzato l'idea di tornare al successo in Coppa del Mondo dopo oltre due anni di astinenza, tanto è passato dall'unica grande gioia della carriera datata 11 gennaio 2015 ad Adebolden. Il 30enne di Pozzo di Fassa, in un'altra giornata di pioggia sulla Podkoren di Kranjska Gora, compie un vero e proprio capolavoro nella prima manche ma, come capitato anche in altre occasioni, spreca tutto nella seconda. Gross era stato incredibile nella prima parte di gara, mettendo a segno un tempo fuori dall'ordinario ma che ha nelle gambe, anche se in questa stagione tormentata dai problemi alla schiena spesso non è riuscito a dimostrarlo. Sulla pista slovena mette in pista tutti i suoi cavalli e rifila 1"15 a Michael Matt e 1"47 a Marcel Hirscher. Il secondo podio stagionale (l'11esimo della carriera) dopo il terzo posto a Madonna di Campiglio arriva ma è solo la piazza d'onore perchè nella seconda manche Matt danza fra i pali stretti come poche volte gli era riuscito e centra il suo primo agognato successo in Coppa. L'austriaco è riuscito ad assecondare al meglio le buche che si erano create lungo il tracciato e a Gross va comunque fatto un'applauso per aver provato in tutti i modi a mantenere il grande vantaggio accumulato dopo una stupenda prima frazione. Al terzo posto Felix Neureuther che precede un Marcel Hirscher comunque soddisfatto: dopo la sbornia di ieri in gigante, con la conquista della sesta Sfera di Cristallo consecutiva e la quarta affermazione fra le porte larghe, l'austriaco si porta a casa anche la quarta coppa di slalom della carriera. Sesto posto e qualifica per le finali di Aspen per uno strepitoso Patrick Thaler, che dopo il 28esimo posto della prima manche mette in pista il miglior tempo della seconda e, agevolato anche dal rovinarsi della pista, risale ben 22 posizioni per terminare sest. Settimo un efficace Manfred Moelgg, anche lui in difficoltà sulle vasche della Podkoren. Non si erano qualificati per la seconda parte di gara Razzoli, Tonetti, Deville, Sala e Liberatore. Nella classifica di disciplina, dopo Hirscher e Kristoffersen c'è Manfred Moelgg che andrà in America a difendere il podio. Gli altri qualificati sono: Gross, Thaler e Razzoli con il 24esimo posto.

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
29/03/2017 - SUPERGIGANTE: PARIS CAMPIONE ITALIANO

22/03/2017 - SCI: GOGGIA "SOGNO ORO OLIMPICO"

20/03/2017 - SCI, CDM: GIGANTE ASPEN, TRIONFA HIRSCHER. EISATH QUINTO

20/03/2017 - SCI: BRIGNONE DOMINA GIGANTE ASPEN, PODIO AZZURRO

17/03/2017 - SCI: PARIS SECONDO E BRIGNONE TERZA NEL SUPERG ASPEN

16/03/2017 - SCI: FILL FA BIS E VINCE LA COPPA DI DISCESA, A PARIS L'ULTIMA GARA DI ASPEN

15/03/2017 - COMPAGNONI: GOGGIA? MI CI RITROVO E PUÒ MIGLIORARE ANCORA

11/03/2017 - SCI: BRIGNONE SECONDA NEL GIGANTE DI SQUAW VALLEY, VINCE SHIFFRIN

06/03/2017 - SOFIA GOGGIA: “IO UNA NINJA, PER QUESTO HO VINTO QUI”

06/03/2017 - SCI: MATT VINCE LO SLALOM DI KRANJSKA GORA DAVANTI A GROSS

06/03/2017 - PATTINAGGIO: KOSTNER REGINA D'ISLANDA, VINCE NORDICS OPEN

04/03/2017 - GOGGIA ROMPE IL TABÙ, ARRIVA LA PRIMA VITTORIA IN COPPA DEL MONDO

04/03/2017 - SCI: È FINALMENTE SOFIA GOGGIA, PRIMO SUCCESSO IN COPPA

27/02/2017 - SCI: PETER FILL TRIONFA NEL SUPERG DI KVITFJELL

27/02/2017 - SHORT TRACK, DOPO ORO FONTANA ARRIVA ARGENTO CONFORTOLA A SOCHI

27/02/2017 - SOCHI. FONDO, ALTRO BRONZO SQUADRA ITALIA. BAUDIN: PISTA MAGNIFICA

24/02/2017 - ITALIA, DUE ARGENTI SCIALPINISMO A SOCHI: PELLISSIER E REICHEGGER

24/02/2017 - MONDIALI SCI DI FONDO: STORICO ORO PER FEDERICO PELLEGRINO

24/02/2017 - SCI DI FONDO, PELLEGRINO ORO MONDIALE NELLA SPRINT A TECNICA LIBERA

20/02/2017 - MONDIALI SCI, HIRSCHER ORO IN SLALOM MASCHILE

20/02/2017 - TRIS MONDIALE PER LA SHIFFRIN, TRIONFO NELLO SLALOM A ST. MORITZ

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1