1
OGGI: 28/02/2017 08:48:04 cnCAPRINEWS 1 TELECAPRI 1 TELECAPRINEWS 1 CAPRI TV 1FIERACITTA'
1
cs rssrss Capri Watch

fbfacebook

@contatti
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-SerieA
Bookmark and Share Condividi la notizia
TAVECCHIO "ABODI SPINTO DA UNA AMBIZIONE PERSONALE"
4 17/02/2017 - "Andrea è spinto da una legittima ambizione personale. Lo capisco e non considero la sua decisione un tradimento. Mi limito a osservare che in questi anni ha appoggiato le mie scelte e tante cose le abbiamo fatto insieme". Così, in una intervista pubblicata oggi sulle pagine del 'Corriere della Sera', il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, parla del suo rivale alle prossime elezioni federali, il numero uno della Lega B Andrea Abodi. "Le differenze tra noi due? Lui è un tipo riflessivo e romantico. Io concreto e riflessivo lo sono diventato dopo aver pagato a caro prezzo la mia spontaneità", spiega il massimo dirigente della Federcalcio - Abodi ha detto che vuole una federazione più trasparente e meno ruffiana? La sua mi sembra una caduta di stile. In federazione non ci sono ruffiani e neppure ciambellani e faccendieri. Siamo tra le 14 federazioni più trasparenti al mondo". L'ex capo dei Dilettanti si aspetta una campagna elettorale "violenta": "Cercheranno qualsiasi cosa per mettermi in difficoltà, ma sono abituato. Spero che si parli di cose da fare. Pensiamo al calcio italiano e non alle questioni personali. Se sono sicuro di vincere? Sono sicuro solo che ce la metterò tutta. Ma so bene che le cose oggi sono in un modo e domani in un altro. Di sicuro non parlerò di sogni, ma di programmi". Tavecchio non considera un suo fallimento la mancata riduzione della Serie A a 18 squadre: "La Lega ci ha anche pensato, ma quelli della parte destra della classifica, più altri quattro club della parte sinistra, si sono opposti. Questa riforma non la voteranno mai. Cambiare è impossibile. Forse mi sono illuso. Però non ci siamo arresi. Abbiamo scelto una strada praticabile con una sorta di controllo di qualità, che andrà a regime fra tre anni. I conti dovranno essere in ordine, gli impianti a norma. Basta deroghe. Siamo il Paese delle deroghe: sulle luci, sui seggiolini, su tutto". Andrea Agnelli, grande oppositore, è invece ora dalla parte di Tavecchio: "Abbiamo imparato a conoscerci alle riunioni sulla mutualità ed è nato un rapporto. Ha detto che voterà per me e ne sono contento. La Juve continua a chiedere i danni alla Figc per Calciopoli? La Federcalcio era disponibile a trattare per trovare un accordo.

Loro però hanno deciso di andare avanti. In ogni caso decidere sulle azioni di rivalsa non spetta a me, ma al Consiglio Federale". Incassato il via libera dell'Assoallenatori che ha fatto infuriare il presidente dell'Aic Damiano Tommasi e certo che gli arbitri, con due contendenti in campo, si asterranno, Tavecchio non nasconde i suoi impegni in caso di rielezione: "Continuare il processo di riforme, ragionare sull’introduzione delle seconde squadre e dare impulso al calcio femminile. Siamo un Paese maschilista, ma bisogna capire che il problema si risolve a monte. La Fiorentina, prima nel campionato di serie A, ha recepito bene il nostro messaggio. Con 31 milioni di donne, non è possibile avere solo 20 mila tesserate". Tavecchio torna anche sulla scelta di Ventura come ct della Nazionale: "Mi ero fatto una lista con papabili, possibili e interessanti. Gian Piero aveva il curriculum migliore per lavorare con i giovani. Meglio lui o Conte? Sono persone diverse, soprattutto dal punto di vista caratteriale. Ventura è più amabile e mi ha aiutato nei rapporti con i presidenti dei club, Conte invece è un condottiero. E io credo di assomigliare più a Antonio". Il 2017 è cruciale per gli azzurri, in gioco c’è il Mondiale in Russia: "Non voglio neppure prendere in considerazione l’ipotesi che l’Italia non ci vada. Il ct sta facendo un grande lavoro".

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
27/02/2017 - IL MILAN SALUTA BERLUSCONI VINCENDO, UN RIGORE DI BACCA PIEGA IL SASSUOLO

27/02/2017 - INTER, PIOLI: STOP CHE NON VOLEVAMO, MA NULLA È COMPROMESSO

27/02/2017 - IL PALERMO SFIORA IL COLPACCIO, QUAGLIARELLA SALVA LA SAMP AL 90'

27/02/2017 - DALL'INGHILTERRA: BARCELLONA VALUTA ALLEGRI PER IL DOPO ENRIQUE

27/02/2017 - IL PESCARA TORNA SULLA TERRA, IL CHIEVO VOLA CON BIRSA E CASTRO

27/02/2017 - IL GENOA RIPRENDE IL BOLOGNA NEL FINALE: PRIMO PUNTO MANDORLINI

27/02/2017 - SERIE A, ALLA LAZIO BASTA IMMOBILE: UDINESE KO CON POLEMICHE

27/02/2017 - JUVE 30A VITTORIA DI FILA ALLO STADIUM. ALLEGRI: ALTRO PASSETTINO

27/02/2017 - CALCIO, INTER; MANCINI: SUNING MI AVEVA OFFERTO CONTRATTO, MA HO DETTO NO

27/02/2017 - ZOFF "GRANDE CONTE, FIDUCIA NAPOLI CON IL REAL"

27/02/2017 - SERIE A: ROMA CORSARA, INTER KO VINCONO LAZIO E MILAN

27/02/2017 - SERIE A: SUPER NAINGGOLAN, LA ROMA TRAVOLGE L'INTER A SAN SIRO

26/02/2017 - LA JUVE CONTINUA LA CORSA, EMPOLI SUPERATO 2-0 E SETTIMA VITTORIA DI FILA

26/02/2017 - BAGNO DI FOLLA PER L'ATALANTA DI RITORNO DA NAPOLI

25/02/2017 - ROMA, C'È L'ACCORDO: STADIO A TOR DI VALLE SI FARÀ

25/02/2017 - LA LAZIO AL SINDACO RAGGI: "ORA SI FACCIA ANCHE IL NOSTRO STADIO"

24/02/2017 - DE BOER RIPARLA DI INTER "TRE MESI COME UN ANNO"

24/02/2017 - SPALLETTI, PALLOTTA? CI STA CHE VADA VIA

24/02/2017 - ALLEGRI: RANIERI È ANDATO VIA DA VINCENTE, IO IN PREMIER? STO BENE QUI

24/02/2017 - BACCA: I SOLDI NON SONO TUTTO,VOGLIO ANDARE IN EUROPA CON MILAN

24/02/2017 - EDER: "CONTRO LA ROMA ABBIAMO IL 50% POSSIBILITÀ DI VINCERE"

24/02/2017 - ARBITRI SERIE A, INTER-ROMA A TAGLIAVENTO. IL NAPOLI A CELI, LA JUVE A MARIANI

24/02/2017 - A. DELLA VALLE "NESSUNA DECISIONE A BREVE SU SOUSA"

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1