1
OGGI: 26/05/2017 01:33:49 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs rssrss Capri Watch

fbfacebook

@contatti
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Tennis
Bookmark and Share Condividi la notizia
TENNIS: NADAL CONTRO FEDERER, E' LA FINALE PIU' ATTESA
4 28/01/2017 - Come nel torneo femminile con la finale in famiglia Williams, amarcord anche in quello maschile. Sara' Rafael Nadal a sfidare domenica Roger Federer per il trofeo degli Australian Open, il primo Slam stagionale ormai agli sgoccioli sul cemento di Melbourne Park. E in fondo era la finale piu' attesa, il giusto epilogo di uno torneo che mai come quest'anno ha riservato sorprese e emozioni, a cominciare dalle uscite di scena prematura dei due grandi favoriti della vigilia, Murray e Djokovic, i nuovi gemelli del tennis moderno. Per il trofeo ci sara' la sfida tra due grandi rivali che hanno scritto la storia di questo sport ultimi dieci anni e oltre.

Federer contro Nadal e' un must: 28 finali e 17 titoli Slam per il 35ennne svizzero, 14 trionfi (come Sampras) e 21 finali (come Lendl) per il mancino spagnolo. Nessuno ha vinto di piu'. Ieri 'King Roger' aveva messo al tappeto in cinque set il connazionale Stanislas Wawrinka. oggi 'Rafa' ha fatto il suo dovere, come tutti a Melbourne gli chiedevano, superando sempre in cinque set Grigor Dimitrov, il bulgaro che nel gioco somiglia proprio a Federer e che a Melbourne potrebbe aver cominciato una nuova fase della sua carriera. Il trentenne maiorchino ha confermato di essersi lasciato alle spalle i guai fisici del 2016. Prima del successo al terzo turno sul giovane Alexander Zverev, le ultime tre sconfitte nei tornei dello Slam erano maturate al quinto set.

Prima Fognini agli US Open 2015, poi Verdasco agli Australian Open di un anno fa, infine Pouille agli US Open della scorsa estate. Aver vinto alla distanza pure la battaglia con il bulgaro testimonia che Nadal e' tutt'altro che "bollito": non vince solo grazie all'esperienza, bensi' di fisico e intensita'. Due qualita' che sembrava aver perso per sempre. Contro il talentuoso rivale nato a Haskovo, reduce dal successo a Brisbane alla vigilia dello Slam down under (erano due anni e mezzo che non conquistava un titolo Atp) e incitato da un chiassoso gruppetto sulla Rod Laver Arena, Nadal ha sofferto ma e' stato sempre presente, lucido. E chirurgico nei momenti cruciali, quelli che in un match tirato scavano il sottile solco tra vittoria e sconfitta: 6-3 5-7 7-6(5) 6-7(4) 6-4, in 4 ore e 56 minuti.

Se proprio va fatto un appunto allo spagnolo sono i troppi errori di diritto dal centro del campo: un tempo ne sbagliava uno a settimana, erano una sentenza. "E' difficile descrivere le mie emozioni, sono molto stanco", ha detto l'iberico al termine della maratona di semifinale. Anche Federer ha dovuto sudare per giungere all'atto finale ma si presentera' al match decisivo con un giorno di riposo in piu' nelle gambe. Il che, vista la 'veneranda' eta' dei due campioni, potrebbe risultare decisivo. 'King Roger' non vince uno Slam da Wimbledon 2012, 'Rafa' dal Roland Garros 2014. Sara' la puntata numero 35 di una saga infinita. Nadal e' avanti negli scontri diretti (23-11), divario che diventa ancora piu' netto se limitato ai soli tornei dello Slam, in cui lo spagnolo si e' imposto in 9 sfide su 11 (lo svizzero ha vinto solo due finali a Wimbledon). Ma con i fuoriclasse numeri e precedenti valgono poco. A parlare sara' soltanto il campo.

"E' stata una bellissima partita, mi sento molto felice e non è facile descrivere come mi sento". Parola di Rafa Nadal. Il trentenne maiorchino ha confermato di essersi lasciato alle spalle i guai fisici del 2016 ed ora è in finale con lo svizzero Roger Federer, la finale di sempre: "Qualificarsi per una finale dopo una partita come questa significa tantissimo. Il pubblico è stato fantastico. Quando lavori duro e hai dei momenti difficili come l'anno scorso ci vuole del tempo per tornare a certi livelli. Dover abbandoinare alla vigilia del Roland Garros è stata dura. Ho lavorato tantissimo ma non avrei mai sognato di essere in finale agli Australian Open. Dopo tanti mesi senza potere competere mi sento fortunato ed estremamente felice". Sulla finale con Federer dice: "Non posso mentire, giocare con Roger in finale è speciale. Siamo sempre qui e combattiamo ancora. Dopo questo giochiamo questa finale. Probabilmente sarà unica, divertiamoci perché potrebbe non accadere ancora".

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
24/05/2017 - RANKING ATP, ZVEREV ENTRA NELLA TOP TEN, FOGNINI N.1 AZZURRO

22/05/2017 - TENNIS: ZVEREV, FELICE DI AVER VINTO QUI

22/05/2017 - TENNIS: A.ZVEREV E SVITOLINA VINCONO GLI INTERNAZIONALI

20/05/2017 - INTERNAZIONALI D'ITALIA, NADAL KO: THIEM VOLA IN SEMIFINALE

19/05/2017 - FIOCCO AZZURRO PER FOGNINI E PENNETTA, È NATO FEDERICO

19/05/2017 - TENNIS: FOGNINI CEDE AGLI OTTAVI CONTRO ZVEREV

18/05/2017 - BNL PORTA AL FORO ITALICO LO SPETTACOLO DEL FREESTYLE TENNIS

18/05/2017 - TENNIS, ROMA: NADAL AGLI OTTAVI SENZA SUDARE, FOGNINI TROVA ZVEREV.

17/05/2017 - TENNIS: FOGNINI BATTE MURRAY "ROMA HA VISTO CHI SONO"

17/05/2017 - INTERNAZIONALI D’ITALIA, ELIMINATA ROBERTA VINCI

17/05/2017 - OPEN DI FRANCIA: NEGATA LA WILD CARD A MARIA SHARAPOVA

17/05/2017 - MURRAY AMMETTE: KO CON FOGNINI? AVREI POTUTO FARE MEGLIO TANTE COSE

17/05/2017 - TENNIS: SHARAPOVA SI INFORTUNA E LASCIA GLI INTERNAZIONALI DI ROMA

16/05/2017 - SERENA WILLIAMS AL FIGLIO: SONO FELICE DI ESSERE LA NUMERO 1 CON TE

16/05/2017 - SHARAPOVA: "ESORDIO OK, SONO FELICE DI ESSERE A ROMA"

16/05/2017 - TENNIS: FOGNINI E VINCI RESTANO I N.1 UNO AZZURRI DEL RANKING

16/05/2017 - FEDERER RINUNCIA A ROLAND GARROS: QUEST'ANNO NIENTE TERRA ROSSA

16/05/2017 - AL FORO CHECK UP GRATUITI CON MEDICI DEL GEMELLI

16/05/2017 - INTERNAZIONALI D’ITALIA, SEPPI FUORI AL PRIMO TURNO

15/05/2017 - MOMENTO D'ORO NADAL, A MADRID TERZO TITOLO DI FILA

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1